Pirola: “Andare in ritiro con Conte è stato un onore. Esperienza fantastica, ma ora testa all’Europeo U19”

Pirola: “Andare in ritiro con Conte è stato un onore. Esperienza fantastica, ma ora testa all’Europeo U19”

Il giovanissimo difensore nerazzurro racconta le sue emozioni dopo la chiamata da parte del ct Bollini

di Giuseppe Coppola

Il ritiro con l’Inter di Conte, provando ad imparare dai grandi del calcio. Ma anche l’Under 19 azzurra e la prima chiamata nella Nazionale di Alberto Bollini dopo aver lasciato il segno sia agli Europei che ai Mondiali con l’Under 17. Lorenzo Pirola rappresenta il futuro sia dell’Inter che degli Azzurri e, ai microfoni di Calciomercato.com ha raccontato le sue emozioni dopo i grandi traguardi raggiunti.

UNDER 19“La chiamata del mister Bollini mi ha fatto un sacco piacere, anche perché ho giocato i Mondiali con l’Under 17 ma ho saltato lo stage dell’Under 18. Ora sono stato convocato con i più grandi e devo dire che sono molto contento del mio percorso di crescita”

ITALIA“Rappresentare il proprio Paese all’estero e nel mondo è una sensazione bellissima e credo sia così per tutti i calciatori. Ho avuto la fortuna e la bravura di iniziare subito il percorso azzurro, dai primi stage con l’Under 15 ed ora mi ritrovo qui a preparare una qualificazione all’Europeo con l’Under 19, è davvero bello”

MONDIALE U17“Per il Mondiale in Brasile siamo stati via un mese con la squadra e mi sono trovato benissimo con tutto il gruppo, eravamo molto uniti con i ragazzi. E’ stato fantastico e secondo me anche il torneo fatto mi ha permesso di crescere sia come giocatore che come uomo. Giocare un Mondiale e far bene a 17 anni non è una cosa che capita a tutti e tutti i giorni, ma siamo stati bravi a giocarcela fino alla fine”

RITIRO CON L’INTER“Stare in ritiro con i grandi ed esordire è stata un’esperienza fantastica. Un onore che credo mi sia servito tanto per la mia crescita. Confrontarsi con ragazzi e uomini con più esperienza di te aiuta sempre tanto ed è qualcosa che non vale solo con l’Inter ma anche con la Nazionale”

IDOLI D’INFANZIA“So che posso lavorare e migliorare ancora tanto, per questo cerco di imparare il più possibile da tutti. Allenandomi con i difensori dell’Inter cerco di prendere esempio da tutti loro che sono tra i più forti in quel ruolo e con me si sono dimostrati sempre molto disponibili”

SOGNI NEL CASSETTO“Vivo il presente ed il sogno di oggi è cercare di prepararmi al meglio per farmi trovare pronto alla fase Elite dell’Europeo U19 che si giocherà in Italia, per questo avremo una bella responsabilità. Per il futuro il sogno resta l’esordio ma credo che come tutti il massimo sarebbe vestire la maglia della Nazionale vincendo un titolo con l’Italia nel mondo”

RAZZISMO“Il problema del razzismo negli stadi l’abbiamo sempre vissuto bene all’interno del gruppo. Ho avuto compagni di squadra nell’Inter che arrivavano da altre nazioni e non c’è stato nessun tipo di problema, figuriamoci qui che siamo tutti italiani e lottiamo tutti per lo stesso obiettivo che è portare in alto la maglia dell’Italia”

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Le ultime in vista di Inter-Napoli e su Handanovic. Barça in pressing su Lautaro, intervista ESCLUSIVA a Calaiò

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy