Inter, occhio al futuro: chi è il vero erede di Handanovic? Tre profili in nomination

Inter, occhio al futuro: chi è il vero erede di Handanovic? Tre profili in nomination

Il team nerazzurro deve scegliere il futuro numero uno: tre profili in nomination

di Pasquale Formisano, @Formigoal

Quasi 300 presenze con la maglia nerazzurra, pronto a iniziare l’ottava stagione consecutiva e omaggiato, nel corso del passato campionato, della fascia di capitano: Samir Handanovic è uno dei punti fissi dell’Inter, confermato anche da Antonio Conte come numero uno su cui poter contare per poter migliorare ulteriormente i risultati delle ultime due stagioni. L’età, però, avanza anche per il portierone ex Udinese, e quindi il club interista sta provando a scegliere l’erede dell’estremo difensore sloveno, senza esporsi al rischio di restare scoperta.

TRE PROFILI – In questo momento sono ben tre i portieri di proprietà nerazzurra che stanno facendo il giro dell’Italia accumulando quell’esperienza che potrebbe risultare fondamentale nel momento in cui venissero chiamati a difendere la porta dell’Inter: Ionut Radu, Michele Di Gregorio e Gabriel Brazao.

DI GREGORIO – Il portiere italiano è pronto al primo salto di carriera: dopo due stagione già tra i professionisti, in Serie C, questa stagione vestirà la casacca del Pordenone, neo promossa che per la prima volta nella sua storia si confronterà con il campionato cadetto. Sarà un ulteriore test che terrà in attenzione gli scout nerazzurri.

RADU – Con i suoi 22 anni e già un campionato di Serie A disputato, Ionut Radu risulta essere il più esperto dei tre in nomination: preziosa l’annata disputata col Genoa, impreziosita anche dalla convocazione nella nazionale rumena under 21, fermata soltanto dalla Germania in semifinale.

BRAZAO – Ha ancora tutto da dimostrare, invece, il 18enne brasiliano Gabriel Brazao, arrivato in Italia a Gennaio dal Cruzeiro ma che si porta sulle spalle un pesante paragone con Julio Cesar, ultimo grande portiere brasiliano della storia dell’Inter. probabilmente verrà girato in prestito per poter giocare, ma prima avrà a disposizione qualche giorno di ritiro con l’Inter, grazie al quale potrà conoscere i metodi di allenamento di Conte e l’aria dell’ambiente nerazzurro.
Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

PODCAST – Rassegna Stampa del 4 luglio: incontro Paratici-Wanda per Icardi, gli affari Lukaku-Barella ed il ritiro…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy