Radu: “Da piccolo mi piaceva Cech, ma adesso imito… Ronaldo! Ecco su cosa devo migliorare”

Radu: “Da piccolo mi piaceva Cech, ma adesso imito… Ronaldo! Ecco su cosa devo migliorare”

Il portiere, in prestito al Parma, è di proprietà dell’Inter

di Lorenzo Della Savia

E’ uno dei possibili portieri per il futuro dell’Inter, Ionut Radu: è il bello è che i nerazzurri ce l’hanno già in casa. L’estremo difensore, oggi, milita in prestito al Parma, dove è stato preso per sopperire all’infortunio di Sepe, pur non avendo mai debuttato con i ducali, essendo stato chiuso – sino a prima dello stop per coronavirus – dal provvisorio titolare Colombi. Il portiere rumeno, comunque, ha rilasciato un’intervista a Digi Sport dove ha parlato di sé e del suo inizio di carriera: “Non mi piaceva correre – ha dichiarato, parlando di come abbia cominciato a fare il portiere – Ero pigro in allenamento, e un giorno ho deciso di mettermi in porta ed era abbastanza ok, sono rimasto in porta”.

Passando alle sue caratteristiche, afferma: “L’aspetto psicologico e la mentalità sono le mie risorse più importanti. Per il resto, qualunque cosa su cui io debba lavorare può essere migliorata. Il posizionamento in porta, tutto si può migliorare. Non posso dire di avere un modello come portiere. Cerco di formare un mio stile. Quando ero piccolo mi piaceva Petr Cech. Mi sembrava speciale perché giocava con quell’elmetto in testa”.

Infine, qualche curiosità legata a Bruno Alves e a Cristiano Ronaldo: “Il mio compagno al Parma, Bruno Alves, ha la stessa dieta di Cristiano Ronaldo, e io la prendo da lui. Mi dice tutto quello che fa Ronaldo e io provo a fare lo stesso”.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Ruben Sosa in ESCLUSIVA! Icardi-Inter: la verità di Moratti. Bergomi: “Prenderei Tonali”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy