Sconcerti: “Marotta ha vinto la guerra con Paratici, ma Lukaku è stato pagato troppo: su Icardi il belga ha un solo vantaggio”

Sconcerti: “Marotta ha vinto la guerra con Paratici, ma Lukaku è stato pagato troppo: su Icardi il belga ha un solo vantaggio”

Le parole del noto opinionista: “Lukaku non può essere considerato un miglioramento a priori”

di Luca Tagliabue

Terminata la sessione estiva di calciomercato, è arrivato il momento di tirare le somme. Il noto opinionista Mario Sconcerti, sulle pagine del Corriere della Sera, ha commentato così l’estate dell’Inter, senza dubbio una delle protagoniste italiane sul mercato:

“È stato un mercato convulso quello dell’Inter, avvelenato dal caso Icardi e un po’ soffocato dalle richieste perentorie di Conte. Marotta alla fine è scivolato via da tutte le trappole, ma ha dovuto spendere troppo per Lukaku e inventarsi una trattativa finissima per Sanchez. Lukaku è bravo, decisivo, prende però il posto di Icardi che di gol ne ha sempre fatti molti. L’unico vantaggio di Lukaku su Icardi è che lo ha voluto Conte, garantisce l’allenatore, ma non può essere considerato un miglioramento a priori”.

“Mi piace molto Barella – ha proseguito Sconcerti -, che sta giocando poco perché anche Vecino è bravo. Sta crescendo Sensi, una mezzala perfetta che ricorda il De Sisti giovane, quello della Roma. Ma anche Sensi ha preso il posto di un grande giocatore, Nainggolan. Alla fine la vera differenza verrà sempre da Conte. Marotta ha comunque vinto la sua guerra con Paratici. Fatale è stato quel fine settimana a Londra in cui è andato per vendere Dybala, Mandzukic e Rugani senza riuscire a piazzarne uno. Un errore da centinaia di milioni”.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già 1586 interisti!

GdS – Dopo Lukaku, cambio di passo sui “buuu” allo stadio: si indagherà anche sugli ululati “segnalati”

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. interjoe - 3 mesi fa

    Ma che senso ha fare uno stadio piu piccolo di quello attuale? E in due?
    Ma si rendono conto quanti tifosi saranno costretti a rimanere fuori ogni domenica? Se Inter e Milan approvano un nuovo stadio con una capienza minore di quello attuale, I responsabili dovrebbero essere mandati a lavorare per la rUBentus a gratis…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy