Sconcerti: “Eredi di Mazzola? Difficile trovarne, era calciatore universale. Sul paragone Tonali-Pirlo…”

Sconcerti: “Eredi di Mazzola? Difficile trovarne, era calciatore universale. Sul paragone Tonali-Pirlo…”

Il giornalista nostalgico sui talenti italiani di un tempo

di Antonio Siragusano

Con lo sport di tutto il mondo fermo ad aspettare che prima o poi l’emergenza coronavirus vada via per tornare alla vita di tutti giorni, anche il calcio italiano sta attendendo inerme che qualcosa si muova quanto prima. Così, in assenza di temi d’attualità sul calcio giocato, nell’intervento ai microfoni di TMW Radio, Mario Sconcerti ha scomodato qualche paragone tra giovani emergenti di oggi e calciatori di un tempo, iniziando con un più classico confronto Tonali-Pirlo. Le sue parole:

Tonali, no a paragoni con Pirlo?
“Si, ma questo non vuol dire che non sia un buon giocatore. Pirlo è stato un giocatore di livello mondiale. Giusto non fare paragoni, ma il ruolo è lo stesso. Magari può diventare meglio di lui o non raggiungerlo mai. E’ ancora molto giovane”.

C’è qualcuno che è andato vicino a Rivera e Mazzola?
“Mancini è stata l’evoluzione fisica di Rivera, Totti anche. Totti è un giocatore molto vicino all’ex milanista, che ha inventato il passaggio nello spazio. Mazzola era una mezzala da ragazzo, poi diventa attaccante e torna a fine carriera mezzala. E’ stato un giocatore universale”.

Baggio superiore a Mancini?
“Non lo metto in una classifica di giocatori tecnici. E’ stato uno straordinario attaccante, che per 20 anni ha fatto molto di quello che gli è piaciuto fare. Non è giudicabile, perché ha fatto la metà di quello che poteva fare. A 18 anni ebbe il primo crociato, poi ne ebbe altri due. Quando smetteva di giocare, aveva dolore e non poteva allenarsi. Cambiò tante grandi squadre perché gli allenatori pensavano che fosse uno che non voleva lavorare, ma il motivo era un altro”.

Chi manca di più al calcio italiano?
“Totti, Baggio e Rivera. Rivera è stato un anticipatore, ha inventato quel tipo di ruolo. Le qualità di Baggio sono paragonabili solo a quelle di Totti. Del Piero è stato straordinario, ma aveva un altro ruolo, era una seconda punta”.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Giroud, nuovo assalto per lui in estate. Barcellona, pronti 90 milioni per Lautaro

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy