Scudetto 2006, respinto il ricorso della Juventus da parte del TFN: “Inammissibile”

Scudetto 2006, respinto il ricorso della Juventus da parte del TFN: “Inammissibile”

Ribadita la decisione del Collegio di garanzia dello scorso maggio

di Andrea Ilari
biglietti inter juventus

Il TFN ha dichiarato inammissibile il ricorso per la revoca dello Scudetto 2006 che, dopo la condanna di Juventus e Milan per l’affare Calciopoli, è stato attribuito all’Inter. Respinta quindi l’istanza di sospensione presentata dal club bianconero, e ricorso dichiarato inammissibile dal Tribunale Federale Nazionale. La decisione odierna segue e ribadisce quanto stabilito lo scorso maggio dal Collegio di Garanzia. Di seguito la nota diffusa dall’ANSA:

E’ “inammissibile” il ricorso della Juventus per ottenere l’annullamento della delibera con cui il Consiglio federale Figc, il 18 luglio 2011, dichiarava la mancanza di presupposti giuridici per la revoca dello scudetto 2006 all’Inter. Lo ha deciso il Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare che “ha rigettato l’istanza di sospensione promossa dalla Juve e dichiarato inammissibile il ricorso presentato dalla stessa stessa tendente ad ottenere l’annullamento della delibera suddetta“.

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

ESCLUSIVA – Paolillo: “Il FFP non va: scoraggia gli investitori. San Siro? Giusto abbatterlo. Inter in cima al mondo in 3 anni: sogno Neymar!”

 

E’ “inammissibile” il ricorso della Juventus per ottenere l’annullamento della delibera con cui il Consiglio federale Figc, il 18 luglio 2011, dichiarava la mancanza di presupposti giuridici per la revoca dello scudetto 2006 all’Inter. Lo ha deciso il Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare che “ha rigettato l’istanza di sospensione promossa dalla Juve e dichiarato inammissibile il ricorso presentato dalla stessa stessa tendente ad ottenere l’annullamento della delibera suddetta”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy