Serie A spaccata sulla ripresa del campionato: diversi club non vorrebbero più giocare

Serie A spaccata sulla ripresa del campionato: diversi club non vorrebbero più giocare

Il campionato di Serie A potrebbe essere terminato

di Giovanni Ragosa, @giovanni_ragosa

Calcio e Finanza riporta le indiscrezioni del quotidiano Repubblica, secondo cui SassuoloBrescia dello scorso 9 marzo potrebbe essere stata l’ultima partita del campionato. Il motivo? Le società di Serie A sono divise e la percentuale di chi vorrebbe riprendere a giocare sembra si stia assottigliando sempre più.

La Lega Calcio e alcuni club vogliono ricominciare a giocare, anche con uno slittamento a luglio, ma l’ipotesi non è condivisa con altre società, che nonostante la posizione in classifica e il peso importante della mancata conclusione del campionato a livello economico, punterebbero a risparmiare sullo stipendio dei giocatori, dato l’altissimo costo degli ingaggi. Altri club vorrebbero tornare a giocare solo quando l’Italia sarà a “zero contagi ”, con una previsione temporale che potrebbe essere settembre.

Se la Serie A non dovesse ripartire, potrebbe provocare diversi problemi, non solo a livello economico. Bisognerebbe, vista la mancanza di norme a riguardo, decidere quali parametri utilizzare per la classifica finale, soprattutto per le coppe europee. Repubblica ha provato a tracciare anche una linea: “in Champions le prime quattro allo stop del campionato, le prime quattro in base al ranking Uefa o le quattro che hanno partecipato all’edizione 2019/20.” Il tema non è stato affrontato in Lega, ma ci sarà sicuramente battaglia tra le società.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Skriniar, Borja e Sensi contro il Coronavirus. Caos Rugani, la rettifica di TPI. Rinviate le Olimpiadi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy