Storie di derby d’Italia, 19 ottobre 2002: lo storico non-gol di Toldo all’ultimo respiro fa impazzire San Siro

Storie di derby d’Italia, 19 ottobre 2002: lo storico non-gol di Toldo all’ultimo respiro fa impazzire San Siro

Dai replay si vede che l’ultimo a toccare è Bobo Vieri ma per tutti i tifosi nerazzurri quel gol è da attribuire all’ex numero uno nerazzurro

di Raffaele Caruso

Era il mese di ottobre del 2002 quando, allo stadio Giuseppe Meazza di San Siro, andava in scena uno tra i derby d’Italia più accesi di sempre. Quel match verrà ricordato non solo per le solite, accese polemiche che hanno caratterizzato, da sempre la sfida tra Inter e Juventus ma per il celebre “non-gol” di Toldo.

Chiariamo subito le cose: non fu gol di Toldo. Troppo godurioso, però, per gli interisti, ricordare così quella partita: perché cosa può esserci di più bello di pareggiare un incontro del genere nei minuti di recupero e con un gol del portiere? Soprattutto se quel portiere è stato appena bucato su rigore, al minuto 89, cioè quando un gol pesa come una sentenza sulla partita. Quando sta scorrendo l’ultimo minuto di recupero, l’Inter guadagna un corner grazie ad Hernan Crespo.

Dalla bandierina ci va Emre e Toldo, con ormai nulla da perdere, attraversa il campo per andare a creare un po’ di confusione nell’area bianconera. Sinistro a rientrare, Buffon tenta l’uscita, mischione epico e palla che rotola pian piano dentro la porta. Da quel groviglio di gambe e braccia esce vincitore Francesco Toldo. Ride di gusto, alza le braccia al cielo e rivendica la paternità di quel gol. Cordoba ci si aggrappa e puntandogli l’indice sopra alla testa conferma al mondo “È stato lui! È stato lui!”.

Da un lato c’è un’ammucchiata in nerazzurro, con Toldo, Materazzi e Cannavaro che si rotolano sul prato; dall’altro un capannello bianconero, tutti attorno a Collina a protestare. Solo al replay si riesce a ricostruire ciò che è accaduto nell’area bianconera: la palla rimbalza tra Toldo e Vieri, poi ancora su Toldo, l’unico a restare in equilibrio e a godersi la meta. Per gli almanacchi ufficiali non sarà “gol di Toldo” solo perché Vieri, da terra, la tocca involontariamente per ultimo; per i tifosi interisti, invece, lo sarà per sempre.

Tutte le info sull’Inter: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

TOLDO RICORDA: “QUEL GOL ALLA JUVE…”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy