Tronchetti Provera: “Demolire San Siro sarebbe un delitto. Icardi? Voltiamo pagina”

Tronchetti Provera: “Demolire San Siro sarebbe un delitto. Icardi? Voltiamo pagina”

L’ad di Pirelli parla del suo attaccamento allo stadio

di Antonio Siragusano

Giorni di trepida attesa in casa Inter, per conoscere quale alla fine sarà il destino dello stadio Meazza. Senza dubbio, a far seguito alle voci circa una possibile demolizione di San Siro, sono state numerose le dichiarazioni dei volti più importanti legati sia al club nerazzurro che a quello rossonero, a schierarsi in una posizione opposta rispetto a quello che è il progetto originario delle due società Per ultimo, l’amministratore delegato del gruppo Pirelli – tifosissimo dell’Inter – Marco Tronchetti Provera. Ecco le sue parole rilasciate in onda su Sky Sport 24.

STADIO – “San Siro stadio meraviglioso, come si vedono qui le partite solo in pochi altri posti al mondo. Adesso è facile arrivarci, ci sono collegamenti moderni rispetto a prima. Se vogliono, si possono anche fare due stadi di proprietà, ma demolire San Siro sarebbe un delitto. Resta il simbolo di Milano. Rapporto costi-benefici? A questi numeri manca sempre il fattore emotivo. Se le aspettative sono negative, le persone vivono male. Saremmo tutti felici con un San Siro moderno, e magari la gente sarebbe disposta a pagare anche qualcosa di più. È un simbolo importante di Milano. Ricordo qui una delle più grandi emozioni della mia vita: Inter-Spal da bambino che avevo 10 anni, con mio papà”.

ICARDI – “Il suo rientro è positivo, voltiamo pagina. L’importante è giocare e avere il giusto spirito di squadra che fa vincere le partite: una componente fondamentale per un gruppo. Occorre avere una squadra coesa, che lavori insieme per vincere. Lo spogliatoio deve essere unito, perché è composto da professionisti. Io non credo ai famosi equilibri di spogliatoio. Credo al dovere della società e dell’allenatore di mandare in campo i migliori. Icardi è in un momento di difficoltà, ma è un grande campione. Mi aspetto che venga aiutato e che l’Inter torni aggressiva”.

CdS – Conte si libera: l’Inter è tentata. Decisivo il rapporto speciale che lo lega a Marotta

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy