INTERISTI ON THE ROAD – La prima volta A di Salcedo, quanti errori per Icardi! Perisic ora rischia, Nainggolan on fire

INTERISTI ON THE ROAD – La prima volta A di Salcedo, quanti errori per Icardi! Perisic ora rischia, Nainggolan on fire

Il punto sui nerazzurri in prestito: Joao Mario, eletto giocatore del mese, si prepara per la Juve. Dalbert decisivo con un assist

di Raffaele Caruso

Icardi, Gabigol, NainggolanPerisic e tanti altri: la dirigenza dell’Inter nella sessione estiva di mercato ha concluso importanti operazioni in uscita mandando in prestito diversi giocatori considerati fuori dal nuovo progetto tecnico nerazzurro di Antonio Conte. Come di consueto Passioneinter.com con la rubrica Interisti on the road vi terrà aggiornati sulle prestazioni dei giocatori di proprietà nerazzurra con le loro rispettive squadre.

ICARDI – Il Paris Saint Germain cade a sorpresa contro il Dijon (2-1), fanalino di coda della Ligue 1. Una partita stregata per i parigini che hanno colpito due legni e sbagliato diverse palle gol clamorose sotto porta. Molti errori portano la firma di Mauro Icardi, incappato in una serata davvero storta. L’argentino è sfortunato quando un suo colpo di testa scheggia la traversa, poi però fallisce occasioni davvero ghiotte a pochi passi dal portiere. Ieri ha rilasciato l’ennesima dichiarazione d’amore alla sua nuova squadra affermando di voler proseguire la propria carriera in Francia. Intanto domani Maurito andrà subito alla ricerca del riscatto nel match di Champions League in programma contro il Club Brugge.

SALCEDO – L’uomo copertina di questo episodio non può non essere lui. Anche perché il primo gol in Serie A non si scorda mai. L’attaccante classe 2001 apre le marcature nel match che si è giocato nell’ultimo turno di campionato tra il suo Verona e il Brescia. Una rete importantissima,  arrivata con un bello stacco da azione di calcio d’angolo, soprattutto se va considerata la buona prestazione a livello generale fornita dal talento nerazzurro.

NAINGGOLAN – Se il Cagliari inizia sul serio a pensare all’Europa è merito anche di Radja Nainggolan. La squadra rossoblu batte in trasferta l’Atalanta di Gasperini per 0-2, portandosi così al quarto posto in classifica a pari punti proprio con i nerazzurri e la Lazio. Ancora un’altra grandissima prova del Ninja. Contrasta, ispira i compagni e prova a rendersi pericoloso con tiri dalla distanza e calci piazzati.

GABIGOL – A otto giornate dalla fine del Brasilerao, il Flamengo conserva la distanza di vantaggio di 8 punti dal Palmeiras e si avvicina così al trionfo finale. Merito del 4-1 inflitto nell’ultima giornata di campionato al Corinthians, alla festa però non ha partecipato il capocannoniere Gabigol squalificato per somma di ammonizioni. L’attaccante classe 1996 infatti qualche giorno prima, dopo aver siglato la sua 20esima rete stagionale in campionato, ha rimediato un pesante cartellino giallo proprio nei minuti finali della gara contro il Goias finita con il risultato di 2-2.

PERISIC – Il Bayern Monaco viene sconfitto malamente per 5-1 dall’Eintracht Francoforte. Una sconfitta che costa caro a Niko Kovac, che ha deciso di interrompere consensualmente il proprio rapporto lavorativo con la dirigenza bavarese. Ivan Perisic non ha preso parte alla debacle, ma l’addio del connazionale dalla panchina potrebbe rappresentare un grosso punto interrogativo per il suo futuro. E’ stato proprio Kovac a spingere tanto per il suo arrivo, ora le carte in tavola potrebbero cambiare.

DALBERT – Ancora una volta l’esterno brasiliano risulta essere al fischio finale uno dei migliori della Fiorentina di Vincenzo Montella. E’ proprio dal sinistro di Dalbert che parte il cross trasformato in rete da Castrovilli, gol che ha permesso alla squadra viola di riagguantare la sfida contro il Parma che si era messa in salita dopo il gol di Gervinho.

JOAO MARIO – Il centrocampista portoghese non è stato convocato per l’ultimo match di campionato del Lokomotiv Mosca per precauzione in vista della sfida di Champions League in programma domani contro la Juventus. Intanto Joao Mario è stato eletto dai suoi nuovi tifosi come miglior giocatore del mese di ottobre: un importante riconoscimento che certifica la rinascita in terra russa dell’ex Inter.

RADU E PINAMONTI – Il Genoa di Thiago Motta viene sconfitta per 1-3 al Marassi dall’Udinese. Il portiere rossoblu è esente da colpe: non può niente sulla bomba da fuori di De Paul che porta all’1-1 e neanche sui gol successivi, per il resto della partita non è praticamente mai impegnato. Ci si aspetta sicuramente di più da Pinamonti, anche se va sottolineato lo spirito di sacrificio e la voglia di lottare su ogni pallone messi in campo dal primo all’ultimo minuto. Crea molti spazi per gli inserimenti dei compagni ma fatica a ritagliarsi occasioni da gol.

KARAMOH – Dopo l’exploit a San Siro contro l’Inter, il francese continua a ritagliarsi spazi importanti nelle file del Parma. Ancora una volta D’Aversa lo schiera in campo dal primo minuto, anche se quella contro la Fiorentina forse non è una delle sue migliori partite.  Una botta ne condiziona la continuità nel corso della partita e nonostante la vivacità non si ricordano azioni rilevanti dalla sua parte.

GLI ALTRI –Panchina per Colidio (St Truiden), 73 minuti per Emmers nella sconfitta del suo Waasland-Beveren per 1-2 inflitta dal Zulte Waregem. Ancora a secco Samuele Longo, in campo per 53 minuti nel match disputato tra il suo Deportivo La Coruna e il Fuenlabrada terminato con il risultato di 1-1.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Verso Borussia-Inter, la probabile formazione di Conte. Sogno Kulusevski

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy