IS – Massimo Suppo: “Il nostro progetto va a gonfie vele, ora tocca all’Inter”

IS – Massimo Suppo: “Il nostro progetto va a gonfie vele, ora tocca all’Inter”

di

Il mondo degli Inter Club è spesso sconosciuto ai tifosi interisti, ma merita di essere approfondito, anche per i numerosi vantaggi che può avere far parte di uno dei gruppi di tifosi iscritti e riconosciuti dalla società stessa. Ad aiutarci a conoscere questo ambiente ci penserà il nostro Massimo Suppo, presidente di Inter Supporters.

Massimo, cosa vuol dire fare parte di un Inter Club?

?Far parte di un Inter club vuol dire condividere una passione entrando nella famiglia di Fc Internazionale e usufruire di tutti i vantaggi che i soci possono avere con la tessera del club, come sconti al merchandising e una biglietteria riservata allo stadio?.

Ma far parte di un inter club c’entra qualcosa con la tessera del tifoso?

?No sono due cose ben distinte, la tessera del club è stampata dalla società ed è una sorta di fidelity card, la tessera del tifoso è una questione a parte voluta dall’osservatorio delle manifestazioni sportive e il ministero dell’interno ed è obbligatoria per chi sottoscrive l’abbonamento allo stadio o vuole assistere alle partite in trasferta nel settore ospiti. Da quest’anno la tessera del tifoso si può sottoscrivere on line direttamente dal sito ufficiale dell’Inter.?

Tu sei il presidente di un club, Inter Supporters, chi siete?

?Siamo un club anomalo, il primo ed unico Inter club nato e gestito su Facebook. Come dice il nome il nostro progetto è di permettere ai tutti i tifosi interisti, anche esteri, di appartenere ad un club e avere diritto ai vantaggi che ne conseguono?.

Dopo il triplete si è parlato di progetto, rinascita, puntare sui giovani e crescere anno dopo anno. Sembra che questo però sia il vostro credo, e iniziate a ricevere i frutti che la squadra ancora stenta a raggiungere, vero?

?Noi andiamo a gonfie vele nonostante i risultati poco incoraggianti, come dimostrano gli abbonamenti al Meazza. Perché si sa, il tifoso interista è critico di natura e incontentabile ma malgrado questo l’amore per questi colori ci porta ogni anno a fare sacrifici economici e non solo quelli pur seguire la squadra?.

Il vostro gruppo parla di 100 soci, un traguardo molto importante, ma come dici tu il tifoso interista è critico di natura, come si fa a gestire un insieme così ampio di persone?

?Al momento siamo ancora in fase di rinnovi, il nostro mercato, ma gestire idee diverse non è difficile basta far esprimere le opinioni in maniera educata. Come Inter Supporters abbiamo anche un gruppo pubblico su Facebook dove è più difficile gestire ma fortunatamente riusciamo a moderare bene quelli che ormai sono quasi 2000 membri?.

Il vostro lavoro quotidiano e crescita costante, l’essere una voce tra i tifosi, ha attratto chi ai tifosi da una voce, dal web alla tv.

?Esatto, questa nostra passione e politica centrata principalmente sul web ci ha portato ad una bellissima collaborazione con InterTv e per questo dobbiamo ringraziare il direttore, Michele Borrelli, che ci ha permesso di entrare nella famiglia?.

Possiamo essere fieri di essere stati tra i primi a credere nella potenzialità del vostro club, così come voi nella credibilità del nostro lavoro. Se per l’inter parlare di scudetto sembra troppo, voi che obiettivo vi date ora?

?Non ci diamo obiettivi numerici, l’ importante è vivere insieme un’altra stagione pazza e devo dire che i link di passioneinter.com animano sempre le discussioni sul nostro gruppo Facebook?.

Ma il vostro club segue l’Inter anche in trasferta?

?Qualche trasferta la facciamo ma la maggior parte le seguiamo nella nostra sede operativa, il bar Toc a Seregno. Ne approfitto per ringraziare Alessandro responsabile e proprietario del bar per l’ospitalità sperando di vivere serate migliori in questa nuova stagione?.

Nella speranza che davvero possano esserci tempi migliori ti ringraziamo per averci fatto conoscere la realtà degli inter club, e auguriamo anche a voi una buona stagione, nella speranza che, malgrado la divisa di quest’anno, ci sia più spazio per l’azzurro dimenticando il nero degli ultimi anni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy