Accadde Oggi – Vent’anni fa l’espulsione di Ronaldo su Ayala e la sconfitta nel derby: e la prova tv?

Accadde Oggi – Vent’anni fa l’espulsione di Ronaldo su Ayala e la sconfitta nel derby: e la prova tv?

Il Fenomeno fu cacciato dall’arbitro Borriello per una presunta gomitata

di Lorenzo Della Savia, @loredstweet

Che la ricorrenza di cui stiamo per parlare abbia già riempito colonne in archivio su qualche homepage milanista, forse, potrebbe essere brutto segno: e in effetti lo è. Solo che sui siti dei pretesi cugini, la cosa, viene ricordata per via di un certo George Weah (ex mattatore del Milan tra il 1995 ed il 2000, nonché attuale presidente della Repubblica liberiana) e dei suoi ultimi acuti con la squadra dell’allora impero berlusconiano, mentre qui ne daremo un taglio diverso. Si parla, nella fattispecie, di un derby perso (dall’Inter, s’intende), di un’espulsione clamorosa (ai danni dell’Inter, s’intende) e di una beffa finale all’ultimo minuto (dove ad essere beffata, beninteso, è stata l’Inter).

E’ il 23 ottobre 1999, vent’anni fa esatti: il Milan è campione in carica ma è in difficoltà. La squadra di Alberto Zaccheroni arriva da due pareggi consecutivi e si presenta al derby da sfavorito. E, in effetti, l’inizio della partita rispetta quanto si andava pronosticando nell’eterno pre-partita di una stracittadina come quella milanese: Ronaldo e Vieri spadroneggiano nella trequarti milanista, e in generale i nerazzurri allenati da Lippi si impongono come padroni assoluti del campo. Questo almeno per una mezz’oretta, il tempo di concedere a Ronaldo di fare tutto quello che sia possibile fare: segnare un rigore al 20esimo minuto, e nemmeno un quarto d’ora dopo (siamo al 32esimo) farsi buttare fuori per una leggerissima – nonché presunta – gomitata ai danni di Ayala, che non fa molto per non enfatizzare il probabile contatto.

Rosso diretto e sipario calato su quell’atmosfera di serenità che aveva contraddistinto – si apprende dalla revisione di antiquati servizi di Raisport – tutto il pre-gara, inclusa la solita parata di volti noti, triti e ritriti dello show-biz italiano. Non occorre aspettare quello che sarà il verdetto del campo per capire che l’Inter annuncerà battaglia contro l’espulsione del brasiliano. E’ immediato l’appello alla prova tv con l’intento di salvare quantomeno il salvabile, il tutto condito dalle dichiarazioni a caldo di Massimo Moratti (che di Ronaldo dice “Penso che qualcosa gli daranno per giustificare quello che hanno fatto l’arbitro e il guardalinee”) e dello stesso Ronaldo (laconico: “Questo non è calcio”), nonché da quelle leggermente più a freddo – l’indomani – di Lele Oriali, il quale avrà a dire che “Ronaldo ha praticamente già scontato una giornata, quella di ieri nel derby, che ci è costata la partita e il risultato”.

Sì, perché poi – nonostante quello che succeda in campo sfili in secondo, terzo o quarto piano – un risultato emerge, dalla partita. In campo qualcosa succede. E che succede? Succede che il Milan vada alla carica: con un’ora di tempo e con un uomo in più. Nel secondo tempo Zaccheroni fa entrare Boban e Shevchenko – al posto, rispettivamente, di Giunti e Bierhoff – e s’invola verso una vittoria in discesa: a pareggiarla è proprio Shevchenko, appena quattro minuti dopo aver fatto ingresso in campo. Ma è solo Milan: l’Inter in dieci regge un po’, zoppica, cerca di resistere: ma al 90esimo si piega, arrendendosi ad un colpo di testa di decisivo di Weah, il liberiano che proprio quel 23 ottobre 1999 metterà a segno “l’ultimo grande guizzo” milanista, in uno dei “3 Inter-Milan da ricordare” secondo l’opinione di colleghi rossoneri. Per gli interisti, rimane piuttosto un Inter-Milan da recriminare.

Nota finale in cronaca: dopo la richiesta di prova televisiva – nonché dopo l’esame del giudice sportivo – la linea nei confronti di Ronaldo resta la stessa. Espulsione confermata, la squalifica pure. La necessità di una certa giustizia di non smentirsi, evidentemente, fu prioritaria.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Le ultime in vista di Inter-Borussia Dortmund. Nuovi esami per Sensi, Conte sogna Vidal. E Gabigol…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy