Ausilio: “Tutto chiarito con Conte. Kolarov vicino, chance per Nainggolan. La verità su Messi, Tonali e Vidal”

Ausilio: “Tutto chiarito con Conte. Kolarov vicino, chance per Nainggolan. La verità su Messi, Tonali e Vidal”

Il direttore sportivo sui temi caldi del mercato nerazzurro

di Antonio Siragusano

Si è aperto ufficialmente quest’oggi il calciomercato del campionato italiano, con sede centrale per la prima volta presso il Grand Hotel di Rimini. Nel giorno dell’inaugurazione, il direttore sportivo Piero Ausilio ha parlato ai microfoni di Sky Sport 24, raccontando tutta la verità sui movimenti che l’Inter ha pensato di effettuare per le prossime settimane. Il ds ha ammesso ad esempio di essere molto vicini a Kolarov, ma rivelando ai tifosi di non aspettarsi grandi colpi di mercato senza le giuste cessioni. Ecco le sue parole:

PATTO DI VILLA BELLINI – “Più che un patto è venuta fuori un’idea comune. Ci siamo confrontati ed è stata una riunione proficua. E’ venuta fuori una strategia dell’allenatore sposata in pieno dalla società e condivisa dalla proprietà. Noi stiamo portando avanti questa linea e quello che stiamo facendo è condiviso con l’allenatore.

MESSI – “Niente Messi? Avete detto la verità, non so da quali parti possano arrivare queste idee. Se parliamo di Messi penso che non esista una proprietà che non lo voglia, ma la realtà è un’altra cosa, che dev’essere fatta attraverso un mercato oculato che va programmato soprattutto attraverso le vendite. Ogni giorno vediamo nomi altisonanti, giovani e meno giovani, ma noi sappiamo esattamente cosa fare. Prima le uscite e poi finanziare le entrate. Siamo chiari, da quell’incontro è uscita un’Inter più unità, anche nelle difficoltà di questo mercato. Non possiamo permetterci investimenti onerosi come i media stanno raccontando negli ultimi giorni”.

MERCATO – “Non mi sembra che a livello internazionale si stiano facendo grandi movimenti. L’idea è di migliorare, ma in questo mercato ci sono evidenti difficoltà. Si fa fatica a vendere gli esuberi, oggi disponiamo di risorse limitate e dovremo autofinanziarci grazie al mercato”.

TONALI –Sono state dette cose imprecise, non si può dire di averlo in mano se non abbiamo iniziato le trattative con il Brescia. E’ un buon giocatore, ma l’Inter non poteva fare un investimento di quel tipo e non lo considerava una priorità. Non abbiamo mai negoziato, prima dobbiamo sfoltire a centrocampo e poi pensare in entrata”.

VIDAL – “Non posso parlarne, è un calciatore che piace a tutti ma di proprietà del Barcellona. Se ci saranno le giuste condizioni, ne discuteremo”.

NAINGGOLAN – “Ha ancora due anni di contratto, oggi si è presentato al raduno e si è messo a disposizione. Sono convinto che lo farà in maniera seria, parliamo di un ottimo giocatore che può migliorare nel rispetto di regole e comportamenti. Avrà delle opportunità, è un grandissimo calciatore e dovrà dimostrare di meritare l’Inter”.

KOLAROV – “Si può confermare che c’è la negoziazioni sia con la Roma che con il calciatore. Ma ci sono cose da portare avanti, posso confermare che siamo interessati e che possiamo prenderlo a certe condizioni”.

LAUTARO –Trattative con il Barcellona? Non è ripartito nulla. Usare il termine ripartenza vorrebbe dire far ripartire qualcosa del passato. Qualcosa c’è stato, ma non è mai stata costruita una trattativa. C’era una clausola che non è stata esercitata, così Lautaro è stato messo fuori dal mercato”.

ADDIO SFIORATO – “Ho rinnovato qualche mese fa, ho un rapporto speciale con la proprietà e con tutta l’Inter. Ho sentito voci sul mio rapporto con l’allenatore, ma in tutte le società si discute e il mio rapporto con l’allenatore è cordiale come con gli altri. In particolare ce l’ho con Conte e mi sembrava giusto specificarlo. Le sue dichiarazioni? Tra di noi è tutto chiarito, non ultimo nell’incontro di Villa Bellini. Abbiamo parlato, è venuta fuori la cosa più importante, una visione unica per portare avanti il bene dell’Inter”.

CESSIONI – “Ci sono giocatori che possono essere più o meno sul mercato perché hanno avuto meno spazio, ma posso dire che dobbiamo stare attenti alle opportunità. Se arriveranno situazioni congrue e importanti le ascolteremo, ma quando si parla di calciatori come Lukaku mi viene facile dire che è incedibile”.

>>>Iscriviti al canale Youtube! Parla con noi ogni giorno in Diretta alle 19<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy