Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

MERCATO INTER

Mercato, possibile rivoluzione in difesa: Schuurs il nome del futuro?

Perr Schuurs
Il Torino però lo valuta già parecchio...

Pietro Magnani

Sono diversi i nomi dal futuro incerto in casa Inter, soprattutto in difesa. In attesa di capire cosa farà Skriniar lato rinnovo infatti, anche Acerbi e De Vrij restano in forse. Per il primo va trovata l'intesa con la Lazio per il riscatto, mentre sul secondo, che non ha ancora accettato la proposta di prolungamento, i dubbi sulla possibilità di un rinnovo aumentano di partita in partita. Proprio per questo i nerazzurri stanno cercando alternative di spessore per la retroguardia.

Acerbi Inter

Il nome salito in cima alla lista di gradimento sembra essere Perr Schuurs del Torino. Il ragazzo sta bene con i granata e finora non ha fatto pressioni per essere ceduto. Cairo però non chiude mai la porta a ricche cessioni e secondo Tuttosport valuterebbe il difensore intorno ai 25 milioni. Tanti, ma non troppi in prospettiva, specie per un 23 enne. Ecco perché tra qualche mese, magari dopo qualche cessione di spessore, l'Inter potrebbe effettivamente partire alla carica per il calciatore.

Più tiepida invece la pista che porta a Chris Smalling della Roma. Il 33 enne è sicuramente un giocatore di caratura internazionale e grande spessore. Tuttavia Ausilio cerca giocatori futuribili, dall'ingaggio contenuto e che possano un domani essere rivenduti. Quindi esattamente l'opposto rispetto al centrale della Roma, che comunque a parametro zero potrebbe essere una buona occasione.

Perr Schuurs

L'OPINIONE DI PASSIONE INTER

Schuurs è sicuramente un profilo molto interessante, anche se bisognerebbe prima testarlo su un periodo di tempo consistente, non solo 6 mesi, prima di lanciarsi in investimenti tanto pesanti. Il problema è che l'Inter non può permettersi di prendere troppo tempo. In primis per come è andata con Bremer la scorsa estate sempre con il Torino: Cairo vende al migliore offerente appena possibile e non guarda in faccia nessuno. In secondo luogo perché il pacchetto difensivo, tolto praticamente il solo Bastoni, rischia di dover essere rifatto di sana pianta. E in quel caso non si può temporeggiare eccessivamente nel costruire il nuovo reparto.

D'altro canto 25 milioni sono tanti per le casse nerazzurre. Ecco perché il desiderio principale rimarrà Schuurs, certo, ma Smalling non è da accantonare del tutto. Profili simili a parametro zero, per quanto possano garantire risultati solo nell'immediato, potrebbero essere proprio quello di cui ha bisogno l'Inter per puntellare gli inevitabili addii. E, a meno di formule creative o dell'arrivo di una nuova proprietà, è improbabile che il prossimo mercato possa essere senza vincoli.