ESCLUSIVA – Marelli: “Sanchez? Ingenuità colossale. Abisso è preoccupante. Ecco chi arbitrerà Inter-Juve”

ESCLUSIVA – Marelli: “Sanchez? Ingenuità colossale. Abisso è preoccupante. Ecco chi arbitrerà Inter-Juve”

L’ex arbitro ai nostri microfoni ha trattato diversi argomenti

di Antonio Siragusano

Come ogni anno, in attesa del derby d’Italia tra Inter e Juventus, particolare attenzione verrà posta sull’arbitro che dirigerà l’incontro più delicato della stagione. Per questo motivo, ma non solo, Passioneinter.com ha intervistato nel corso del 24esimo episodio di Passioneinter Talk l’ex arbitro oggi opinionista, Luca Marelli. Dalla simulazione di Sanchez contro la Sampdoria sino alla precisione del Var sul fuorigioco, tornando a parlare dell’arbitro Abisso, protagonista in negativo dell’episodio di Firenze dello scorso anno in occasione del rigore sanzionato per il tocco inesistente col braccio da parte di D’Ambrosio.

Ecco i passaggi principali dell’intervista realizzata a Marelli:

SIMULAZIONE SANCHEZ – “La richiesta da parte di un calciatore del calcio di rigore non conta nulla. Quello che conta è la percezione dell’arbitro sul momento. Quella di Sanchez è stata un’ingenuità colossale, in epoca di Var una simulazione del genere poteva anche essere premiata in campo dall’arbitro, ma sarebbe stata svelata dal Var. In quei casi bisogna semplicemente sperare che l’arbitro non fischi e sorvoli, altrimenti se lo vede l’ammonizione è automatica”.

VAR – “Il Var è una macchina quasi perfetta, sul fuorigioco c’è la quasi perfezione, c’è un margine di errore di 3 cm. Capiterà sicuramente un episodio in cui potremo avere il dubbio, ma non la certezza che sia sbagliato, perché altrimenti se avessimo la certezza che sia sbagliato prenderemmo una decisione differente”.

PANORAMA ITALIANO – “Arbitri italiani? Tra i migliori a livello europeo, grazie ad Orsato, Rocchi e Massa, siamo mesi bene. Sempre a livelli top è messa bene la Slovenia, mentre le altre nazioni offrono qualche buon arbitro qua e là. Abbiamo qualche difficoltà per quanto riguarda i giovani, non possiamo nasconderlo. Il problema reale è che i giovani non stanno rispondendo per come ci si aspettava. C’è qualche giovane come La Penna e Pasqua, e qualche altro che sta deludendo”.

FUTURO VAR – “Spostare l’autorità dall’arbitro in campo alla sala Var? Per carità, no. L’arbitro in campo deve avere sempre l’ultima parola, altrimenti diverrebbe un semplice esecutore. E un esecutore in campo non serve a nulla. Secondo me è importante che venga introdotto il challenge per le panchine, dando la possibilità alle squadre di chiamare il Var una volta per squadra”.

DERBY D’ITALIA – “L’arbitro di Inter-Juventus? La designazione è stata preparata nelle ultime due settimane, al 90% sarà Rocchi, con Manganelli e Meli, ma vediamo, è tutta questione di preparazione. Direi che sull’arbitro possiamo andare abbastanza tranquilli”.

PREPARAZIONE – “Una partita di questo genere non si prepara, la si immagina, la si studia, la si guarda attraverso le partite giocate di recente. Ci si prepara soprattutto a quelle che potrebbero essere le conseguenze. Inter-Juve, comunque vada, genererà polemiche: l’arbitro questo deve saperlo. Una partita di questo genere non si valuta per gli episodi, ma la si valuta nel complesso. Poi se c’è un episodio lo si valuta a freddo, con tranquillità. Quando domenica l’arbitro entrerà in campo ci sarà tanta invidia da parte mia, lo dico onestamente”.

TRAUMA ABISSO – “Sì, ha pesato e pesa tantissimo. Una volta che si commette un errore, si viene sospesi e si torna in campo non è tutto come prima. Ci vuole tempo, lui sta ancora subendo le conseguenze di quella partita, anche perché oggettivamente commise un errore inspiegabile. Lasciamo perdere la malafede che non c’entra nulla, capitano questi errori. Il problema è riuscire a superarli, non tutti hanno carattere e personalità per riuscire a superarlo velocemente. Quello che sto vedendo di Abisso è preoccupante, son passati sei mesi e non l’ho ancora visto tornare ai suoi livelli. Sarebbe un arbitro da recuperare, anche ieri l’ho visto molto spento. Si limita al compitino e Abisso non è arbitro da compitino”.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

[PODCAST] Passioneinter Talk #24: Finché la Barça VAR

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy