Capello: “Conte ha capito che la difesa era il punto di forza. Juventus? Sarri ha sacrificato il bel gioco ai risultati”

Capello: “Conte ha capito che la difesa era il punto di forza. Juventus? Sarri ha sacrificato il bel gioco ai risultati”

L’ex allenatore commenta i risultati dell’ultima giornata

di Antonio Siragusano

Intervenuto questa mattina sulle frequenze di Radio Anch’Io Sport, Fabio Capello a ruota libera ha parlato delle principali formazioni italiane dopo l’ultimo turno di Serie A andato in scena. Dalla crisi del Milan inasprita dalla sconfitta di ieri sera nel posticipo contro la Lazio, all’avvincente duello di cui Inter e Juventus si stanno rendendo protagoniste al vertice della classifica per la corsa allo scudetto. Ecco gli argomenti trattati dall’ex allenatore:

DUELLO INTER-JUVENTUS – “Senza bel gioco o un’impostazione di un certo tipo, non si raggiungono i risultati. La cosa vera che si può vedere nella Juve, è che non ha i calciatori per un certo tipo di gioco e punta anche lui innanzitutto sui risultati. Sarri sta mettendo in campo i giocatori nelle posizioni in cui possono rendere di più. Conte ha preso l’Inter con una difesa votata per giocare su un certo livello e su questa base ha trovato ottimi risultati. L’intervento di De Ligt? Ormai in area di rigore devono legarsi le mani, non si può più avere equilibrio con le braccia aperte. Secondo me dipende dalla pericolosità del passaggio”.

MILAN – “I giocatori non sono di livello, a San Siro serve personalità e loro giocano con paura. Piolo dovrà fare un lavoro molto psicologico. Ci son pochi calciatori da Milan, per quel Milan che tutti sognano. Leao mi ha innervosito, deve capire che c’è una fase offensiva e una difensiva, lui gioca solo quando ha la palla dai piedi. Deve fare qualcosa in più”.

ROMA – “Ha giocatori di qualità come Kolarov e Dzeko. In difesa ha fatto un ottimo acquisto come Smalling. Squadra che è stata lavorata nella testa, quando segue l’allenatore i risultati si possono raggiungere”.

ZANIOLO – “Sono un ammiratore di queso giocatore. Forse ho dimenticato di aggiungere il nome di Kean quando ne ho parlato. Quando vedo i giovani penso a quelli che si sono persi. Anche Cassano ha fatto le famose ‘cassanate’. Quando si parla di  queste cose si possono ammettere degli errori, ma credo che al momento sia il migliore talento della nostra Nazionale”.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Le ultime sul match contro il Dortmund. Sul mercato rispunta De Paul, occhi anche su Darmian

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy