Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

INTER NEWS

Inter-Verona, altro arbitraggio scandaloso, ma i quotidiani chiudono un occhio…

Inter-Verona, altro arbitraggio scandaloso, ma i quotidiani chiudono un occhio… - immagine 1
Mano leggera per l'arbitraggio di Fabbri

Pietro Magnani

Quando si tratta di arbitri, da sempre, l'Inter ha pochi santi in paradiso. E, a quanto pare, anche nelle moviole. Anche ieri infatti i nerazzurri sono stati protagonisti di una partita in cui l'arbitraggio è stato clamorosamente contro di loro. Fortunatamente, a differenza di Monza, questa volta non ha condizionato il risultato finale, pur mantenendolo in bilico fino al 90 esimo. Tuttavia, nonostante una prestazione di Fabbri a dir poco deludente, con una moltitudine di episodi a sfavore dei nerazzurri, i quotidiani ci sono andati fin troppo leggeri con le valutazioni della sua partita.

Fabbri

La Gazzetta dello Sport e Tuttosport infatti danno un 5,5 al direttore di gara. Il quotidiano torinese si limita ad un semplice voto, mentre la Rosea glissa sul rigore solare negato per tocco di mano e sul goal annullato per un "falletto" molto accentuato, concentrandosi solo sul mancato giallo a Hien. L'unica testata ad andarci leggermente più pesante è Corriere dello Sport, che dà all'arbitro un 5, ribadendo il mancato rosso agli ospiti e lasciando il beneficio del dubbio in occasione del mancato rigore.

Valutazioni insomma non eccessivamente pesanti, nonostante i gravi errori dell'arbitro. Sacchi infatti ha mostrato molta disparità di giudizio sui cartellini in tutta la partita. Sul tocco di mano in area si può ritrarre il braccio quanto si vuole, ma il braccio resta largo e quella di fatto è una autentica parata su un'occasione pericolosa. E il goal annullato a Lautaro grida ancora vendetta. Insomma un insieme di sbagli a senso unico, che però in pochi sembrano aver visto. Chissà, forse per farsi sentire anche l'Inter dovrebbe iniziare a piangere sugli arbitri come fanno altre società...