inter news

Serena: “Lukaku carro armato, ma è un bomber atipico. Conte non andrà via”

L'ex difensore nerazzurro: "Lukaku può migliorare, qualche gol lo sbaglia"

Roberto Gentili

Aldo Serena ha parlato ai microfoni del Corriere dello Sport. L'ex difensore nerazzurro ha parlato dei maggiori temi d'attualità nerazzurra: dalla possibilità di vincere l'Europa League, al futuro di Antonio Conte fino a Romelu Lukaku. Queste le sue parole.

Sulla possibilità europea: "La finale annunciata sembrerebbe essere quella con lo United. Idea stimolante, motivante per tutto l'ambiente nerazzurro. Secondo posto in Serie A e una coppa: mi sembra un traguardo dignitoso e forse anche insperato. A inizio anno i tifosi pensavano di avere maggiori probabilità di vincere il campionato, ma tornare a vincere una competizione in Europa renderebbe la stagione più che positiva".

Su Romelu Lukaku: "La squadra aveva bisogno di punti di riferimento di questo tipo, di giocatori come lui.Rispetto agli altri ha in più una mente plastica, una leadership natura, una volontà di ferro, un carattere altruista e quindi il profilo personale. Ha caratteristiche fisiche e tecniche non da poco. Sinistro eccezionale, sul destro magari può migliorare perché qualche gol lo ha sbagliato. Ma a uno così lo si perdona, ci mancherebbe. A essere sincero, Lukaku è anche un bomber atipico: fa gol, ha una forma fisica invidiabile e quando sta bene basta quella. Esula dai bomber classifica, quelli che fanno venticinque, trenta gol a stagione. Lui fa anche assist, va contestualizzato anche questo".

Su un paragone con Mauro Icardi: "La valutazione di Icardi era una valutazione legata al numero di reti, o ai gol in partita. Ma per il resto, nel coinvolgimento nel gioco non è mai stato una guida. Nonostante la fascia da capitano. Lukaku è quello che fa per la squadra, che fa per i compagni anche senza essere capitano".

Sul futuro di Antonio Conte: "Non penso che andrà via", la chiosa.