TS – Inter e Champions, rapporto turbolento: diversi gli errori arbitrali. Ma non devono essere alibi

Il cammino nella massima competizione europea della formazione nerazzurro è stato talvolta difficoltoso

di Roberto Gentili

Il futuro dell‘Inter in Champions League è appeso ad un filo. La sconfitta col Real Madrid ha complicato i piani della formazione nerazzurra, bloccata nell’ultima posizione del girone. Questa sera la squadra di Antonio Conte ha la possibilità di provare a ritornare sulla retta via. Una via che è stata ostacolata da diversi decisioni quantomeno controverse arrivate nelle scorse gare.

In caso di mancata di qualificazione guai addossare la colpa solamente agli errori arbitrali, scrive TuttoSport. Certo, sarà difficile non ricordarsi della rete dell’1-2 all’andata quando, da posizione al limite, dopo il tocco di Pléa, Hoffmann ha ribadito in rete.

Antonio Conte, Getty Images

Oppure il rigore di Kiev, quando l’atterraggio di Romelu Lukaku non è stato sanzionato con il calcio di rigore. E come non pensare poi all’annullamento (possibile, ci mancherebbe) del gol di Benzema arrivato dopo la spinta di Mendy a Hakimi? Sempre con i Blancos, poi, è ancora vivo il contatto tra Lucas Vazquez e Gagliardini, anch’esso passato sottotraccia. Tutto questo non dovrà però fungere da appiglio. L’Inter ha anche i suoi demeriti, che dovrà cercare di cancellare questa sera con una prestazione come quella sfoderata a Sassuolo.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy