Per Cambiasso viene prima la squadra

Per Cambiasso viene prima la squadra

Commenta per primo!

 

Esteban Cambiasso, ospite di Prima Serata su Inter Channel, parla delle difficoltà attraversate dalla squadra. Ecco le sue dichiarazioni riportate da Inter.it: “Ci sono le serate che non vanno come uno desidera e magari si gioca male. Può capitare di giocare bene, così come può capitare di giocare male. Quello che mi interessa, comunque, è solo che la squadra vada bene, la performance personale è sempre in secondo piano“.

Il Cuchu poi si sofferma sul suo rapporto con lo sport: “Amo lo sport, non solamente il calcio, mi piace la pallacanestro, ci giocavo da piccolo. Mi piace il tennis, mi piace vedere la pallavolo, i Giochi Olimpici per me sono la manifestazione più bella, mi piacerebbe un giorno seguirli da vicino. Avrei fatto qualsiasi cosa legata a questo mondo, se non avessi fatto il calciatore. Anche il giornalista? Anche, perché raccontare le gesta di un atleta è bello. Ma non mi posso proprio lamentare del fatto di fare il calciatore“.

Quindi un bilancio sulla sua vita: “Il bilancio della mia vita e della mia carriera è comunque positivo – dichiara -. La felicità con cui uno affronta ogni giornata, il vivere con una famiglia di cui si è orgogliosi, poter lavorare in una società come l’Inter da cui mi sento molto coinvolto, tutto questo mi rende molto felice“.

Infine il rapporto col gol: “Non è certo il mio punto forte, ma tante volte quello che mi porta a fare gol è la voglia, più che altre condizioni. La voglia di esserci, di stare lì, così qualche palla magari ti rimane tra i piedi (sorride, ndr). La posizione è importante… tante volte, comunque, mi è capitato di essere lì e la palla non è mai arrivata, e nessuno se ne è accorto! L’idea, in ogni caso, è cercare una posizione in cui non c’è nessuno, dove sai che se almeno il pallone cade hai più possibilità…“.

Appuntamento a stasera su Inter Channel!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy