Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

calciomercato inter

Di Marzio: “L’Atalanta non vuole regalare Gomez. Si riapre la pista estera, difficile ricucire lo strappo”

Il fantasista argentino vorrebbe essere liberato gratis dal club bergamasco

Antonio Siragusano

"Nuovi aggiornamenti sul futuro di Papu Gomez all'Atalanta. Come spiegato dall'esperto di calciomercato Gianluca Di Marzio su Sky Sport, il club bergamasco avrebbe comunicato all'agente del calciatore di non essere intenzionato a regalare il suo cartellino. La valutazione che la società fa del fantasista argentino resta sui 10/12 milioni di euro, una cifra che nessun club italiano in questo momento sarebbe disposto a sborsare, considerando i 3 milioni di euro di ingaggio che Gomez percepisce a Bergamo. Qualora l'Atalanta non dovesse cedere alle condizioni dell'argentino, la pista estera potrebbe improvvisamente riaprirsi per il suo futuro. Ecco le considerazioni di Di Marzio:

Papu Gomez, Getty Images

"LE POSIZIONI - “L’Atalanta ha fatto capire all’agente di Gomez che non vuole regalare il giocatore. Bisognerà quindi pagarlo, questa è la posizione del club al momento. Se chiederà 10 o 12 milioni diventa difficile trovare un nuovo club a livello italiano che spenda queste cifre in inverno, se invece a gennaio l’Atalanta verrà incontro alle richieste del Papu si deciderà davvero dove potrà andare anche nel nostro campionato”.

"LO SCENARIO - “Ora secondo quanto filtra dall’ambiente all’Atalanta le acque tra Papu, Gasperini e la società sembrano essersi calmate, tanto che si proverà – anche se sarà difficile – a ricucire lo strappo. Al momento, però, lo scenario più plausibile porta a un addio del Papu, anche se bisognerà capire che tipo di mercato potrà avere il numero 10 nerazzurro. Se l’Atalanta continuerà a fare una valutazione del suo cartellino tra gli 8 e i 12 milioni di euro è difficile pensare a un futuro ancora in Serie A, anche perché il Papu – in scadenza nel 2022 – guadagna tre milioni di euro a stagione. In questo caso, dunque, più facile pensare a un eventuale addio con direzione estero”. 

Potresti esserti perso