TS – L’Inter prepara la “ripicca” al Tottenham: niente sconti su Eriksen

I nerazzurri non hanno dimenticato la trattativa dello scorso anno

di pietromagnani

Christian Eriksen, nonostante le parole di Antonio Conte in conferenza che lo hanno di fatto reinserito tra i ranghi delle risorse utili alla causa dell’Inter, rimane una pedina cedibile. In accordo con il club, Martin Schoots, agente del calciatore, starebbe cercando offerte che possano soddisfare tutte le parti in causa.

Eriksen Inter
Christian Eriksen, Getty Images

Piazzare un giocatore con uno stipendio del genere nel mercato invernale, specie durante il Covid, non è facile, per questo anche l’ipotesi del prestito secco non era stata esclusa a priori. Per accontentare tutti, l’Inter era disposta addirittura a pagare l’ingaggio del giocatore, così da non alimentare malcontenti. Tuttavia l’interesse del Tottenham, più del presidente Levy che del tecnico Mourinho, non un grande estimatore del danese, ha acceso una vena vendicativa in Suning.

Il club pare voglia fare pagare ai londinesi la trattativa dello scorso anno, sudata e tirata fino all’ultimo per un calciatore in scadenza di contratto. La proprietà del Tottenham infatti non scontò un centesimo all’Inter, prolungando oltremodo l’affare e non schiodandosi dai 20 milioni che alla fine chiusero l’operazione. Come riportato da TuttoSport quindi, l’Inter avrebbe deciso di mettere un veto: prestito gratuito fruibile a qualsiasi club di Premier League, tranne che agli Spurs. Se Levy vorrà di nuovo Eriksen in squadra quindi, sarà costretto a pagargli totalmente lo stipendio e a versare un onorario, ancora da quantificare, nelle casse nerazzurre. Questione di principio, ma anche una strategia per il futuro, in attesa di conoscere il futuro del calciatore.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy