Pedullà: “Il tempo delle chiacchiere va messo alle spalle. Per il bene dell’Inter Conte in panchina la chiave più logica”

Le parole del mister di ieri hanno fatto rumore

di Davide Ricci, @davide_r22

Parole dure, forti, che hanno fatto rumore quelle di Antonio Conte al termine di Siviglia-Inter. Il futuro del tecnico nerazzurro è ancora in bilico e sarà decisivo l’incontro della prossima settimana con il presidente Steven Zhang. Il giornalista Alfredo Pedullà ha fatto il punto:

“Ora il tempo della chiacchiere va messo alle spalle, all’Inter serve chiarezza anche per dare un senso ai grandissimi investimenti fatti. Conte ha un contratto da 12 milioni netti per due stagioni, totale 48 lordi, una montagna di soldi. Se non se la sentisse, per qualsiasi motivo, sarebbe giusto mettersi attorno a un tavolo e arrivare alla soluzione, per il bene dell’Inter visto che siamo a fine agosto e c’è una stagione da programmare. Se non se la sentisse, per i citati motivi di famiglia, sarebbe automatico trovare una soluzione collegata all’aspetto economico: cambiando le condizioni e le disponibilità, si dovrebbe arrivare a una quadratura che non sia un bagno di sangue per il club. Noi pensiamo che il segno della continuità, con Conte ancora in panchina, rappresenti la chiave più logica.Senza feeling al 120 per cento, meglio salutarsi alla larga da qualsiasi equivoco. E ripartire da Max Allegri, l’unico candidato possibile in caso di ribaltone”.

>>>Iscriviti al canale Youtube! Parla con noi ogni giorno in Diretta alle 19<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy