Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Brehme cuore d’oro: “L’Italia ha fatto tanto per me, voglio ripagare”. E lancia l’asta di beneficenza

L'ex terzino tedesco ha deciso di mettere all'asta alcuni dei propri cimeli per devolvere il ricavato alla lotta contro il Coronavirus

Pietro Magnani

"Che Andy Brehme fosse un campione, lo si sapeva già. Terzino fuori dal comune, dotato di un tiro formidabile e perfettamente ambidestro, fu uno dei principali fautori dello Scudetto dei record conquistato dall'Inter di Trapattoni. Ora però, l'uomo che regalò il Mondiale alla Germania ad Italia '90, dimostra di essere anche un uomo dal grande cuore e dalla grande riconoscenza. Andy ha infatti deciso di aiutare l'Italia nella lotta al Coronavirus, mettendo in palio due cimeli di quando era calciatore. Due palloni, uno usato durante quel Mondiale vittorioso del 1990, l'altro risalente al periodo in nerazzurro.

"Entrambi sono stati autografati dai grandi campioni di quella nazionale, tra cui gli "italiani" Lothar Matthäus e Rudi Voeller, oltre che dal c.t. Franz Beckenbauer. Brehme, tramite la fondazione benefica del quotidiano Bild 'Ein Herz für Kinder', (Un cuore per i bambini),  ha dunque messo in palio i suoi due ricordi, dicendo:

""Ho ancora tanti amici in Italia: Trapattoni, Bergomi, Javier Zanetti e tanti altri. Siamo tutti legati dai tempi dell’Inter, dove ho giocato dal 1988 al 1992. Ho un rapporto intenso con il paese e le persone, è la mia seconda casa. Mi ha impressionato tantissimo vedere come il Coronavirus li ha colpiti e vorrei restituire qualcosa di quanto mi è stato dato  a questo paese meraviglioso".

"Per chi fosse interessato, l'asta è aperta per altri 28 giorni. Si può donare online a questi indirizzi:

https://www.passioneinter.com/notizie-nerazzurre/footy-headlines-inter-nuovi-dettagli-sulla-terza-maglia-2020-2021-sempre-piu-chiaro-il-richiamo-al-98/