Dopo la bravata, Brozovic senza infamia e senza lode: appena sufficiente per i quotidiani

Il croato è stato protagonista di uno spiacevole episodio alla guida in settimana

di Milo Zatti

Appena due giorni fa, Marcelo Brozovic si era trovato nell’occhio del ciclone. Nella notte tra sabato e domenica, infatti, il croato era stato fermato da una pattuglia dei carabinieri per essere passato con il rosso in piazza Cantore, non lontano dai Navigli, trovato positivo all’alcoltest. Nonostante la linea dura della società, che ha annunciato provvedimenti severi, il centrocampista ex Dinamo Zagabria è sceso comunque in campo nella sfida di ieri sera contro il Torino.

Prestazione decente ma niente di più per il numero 77 nerazzurro, con i maggiori quotidiani sportivi che sono stati concordi nell’assegnargli voti appena sopra la sufficienza. Il più severo è senza dubbio Tuttosport che, nonostante il 6, lo definisce anni luce dietro alla sua miglior condizione.

Meglio La Gazzetta dello Sport che, pur dandogli lo stesso voto (6) e pur criticando il suo primo tempo, gli concede qualche lode per il miglioramento nella ripresa. Il più generoso è senza dubbio il Corriere dello Sport, il quale valuta la prestazione del croato con un 6,5 e gli dà credito per aver creato il traversone da cui è nato l’1-1 di Young.

>>>Iscriviti al canale Youtube! Parla con noi ogni giorno in Diretta alle 19<<<

LIVE Inter ora per ora – Inter-Torino 3-1: nerazzurri al secondo posto. Le analisi del giorno dopo

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy