Inter-Juventus, una partita quasi perfetta: l’unica pecca è non aver segnato di più

Vidal, Lautaro, Lukaku e Hakimi avrebbero potuto arrotondare ulteriormente il risultato

di Rodella Alessandro, @AleRodella
Inter

La perfezione non esiste, soprattutto nel calcio, ma se c’è una cosa che va molto vicino a questo concetto è la partita dell’Inter di ieri sera contro la Juventus. Impeccabili in ogni scelta, a tutto campo, ma sotto porta si poteva fare di più: sì, perché il 2-0 finale sta addirittura stretto ai nerazzurri.

Come riporta La Gazzetta dello Sport odierna, Conte deve lavorare su un solo aspetto: chiudere prima le partite. Ieri la Juventus ha creato un solo grattacapo nel finale con la parata di Handanovic su Chiesa, ma in altre situazioni certi errori sotto porta poi si pagano, come è già capitato anche questa stagione.

Nel primo tempo Vidal ha storpiato la conclusione su assist di Barella e Lautaro Martinez ha sparato clamorosamente alto dopo la corta respinta di Szczesny su Lukaku; poi nella ripresa ancora l’argentino non ha chiuso a sufficienza un diagonale in contropiede prima dell’inserimento di Hakimi nel recupero conclusosi con un destro potente, ma alto.

La migliore Inter dell’anno ha quindi ancora margini di miglioramento: l’obiettivo è ormai arcinoto, lo Scudetto deve passare dalla continuità di prestazioni e risultati.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy