Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Inter-Milan, Spalletti in conferenza: “Vittoria legittimata dalla prestazione. Possiamo migliorare in…”

Le risposte dell'allenatore nerazzurro alle domande dei giornalisti, dopo il derby vinto nel recupero

Matteo Rasile

"Un'altra vittoria nel recupero, ma non per questo immeritata, per l'Inter di Luciano Spalletti. Il tecnico toscano arriva in sala stampa e si sottopone alle domande dei giornalisti, rispondendo così:

"INFORTUNI PER BARCELLONA - Non sono preoccupato, ho una rosa importante che mi permette di sostituire chiunque. In queste gare qui, essere nel pieno delle condizione dopo tre giorni diventa difficile. È una scelta che abbiamo fatto quest'anno, di avere molti più calciatori per tutte le competizioni. Difficilmente recupereranno, perché hanno preso il classico colpo sul muscolo. Il Milan è una squadra tecnica ma anche fisica, hanno fatto tanti falli e contrasti su cui abbiamo avuto la peggio. Avevo diversi giocatori che chiedevano il cambio a fine primo tempo: Brozović è stato bravissimo a rimanere in campo, Perišić l'ho lasciato io, forzandolo.

"VITTORIE AL NOVANTESIMOVa bene, però quando una squadra gioca una partita come quella di stasera, si può anche dire che non è andata correttamente negli sviluppi dei minuti precedenti, perché sarebbe stato un peccato non vincere con la prestazione fatta. Dal mio punto di vista diventa sempre più imporante analizzare la partita, per voi gli episodi salienti fanno più clamore. Se la squadra non pressa bene tutta, non si divide bene gli spazi e le corse... poi diventa difficile anche fare gol. Quindi la squadra ha fatto la gara che doveva fare,  poi il cross di Vecino e il gol di Icardi sono stati talentuosi. La fortuna di poter sfruttare occasioni anche all'ultimo ti aiuta quando il comportamento è questo, quello giusto.

"NON PIU' CALI DI ATTENZIONE - Non è mai stato un problema di attenzione, è che noi sbagliamo palle troppo facili, in alcuni momenti facciamo scelte con cui regaliamo palla agli avversari, magari quando non giriamo palla per provare a spostare il gioco dall'altro lato. E poi si sbagliano a volte tocchi troppo banali per quelle che sono le nostre qualità, a volte bisogna scegliere meglio e fare come gli altri. Quando Gattuso dice che la sua squadra ha più qualità della nostra non dice male, perché loro perdono meno palloni di noi, mentre noi siamo bravi a recuperarne di più mettendo pressione. Poi bisogna vedere se è in grado di usarla meglio, questa qualità. È in questo che possiamo migliorare, anche perché poi questo ci costa il dover fare più corse per tornare indietro, spendendo energie. Poi la squadra ha fatto una grandissima partita sotto tutti gli aspetti, abbiamo avuto il 'ghigno' e si fanno grossi complimenti a loro.

"L'USCITA DI NAINGGOLAN PER INFORTUNIO - La squadra è cresciuta, sul fatto che Nainggolan rappresenti colui che ci dà l'apertura e le soluzioni in assoluto, è un problema vostro. Io a Barcellona cambierò dei giocatori e vedrete voi chi sono quelli giusti. Perché noi abbiamo composto una rosa in cui tutti devono sentirsi coinvolti in quella che è la strada da fare, se no non possiamo acchiappare il nostro obiettivo. Per esempio, se Candreva non avesse fatto le sgroppate che ci volevano o come ha fatto Borja quando è entrato, non saremmo arrivati dove siamo. Ci sono squadre forti e bisogna essere una squadra che ha ambizioni sane, andando a considerare sempre tutti e senza presunzione.

"OBIETTIVO - Il nostro obiettivo è quello di vincere più partite possibili. La squadra deve ancora fare una crescita, per collocarsi tra le squadre dove vogliamo stare noi. Cambiamo atteggiamento da partita a partita, non riusciamo a metterci tutte le qualità che dobbiamo metterci. Per fare questo bisogna continuare ad avere lo stesso atteggiamento, pressare nella metà campo avversaria e fare la partita come abbiamo dimostrato oggi, ancora di più nel secondo tempo. 

"UN RICORDO PERSONALE - Faccio un saluto particolare, perché questa settimana è successo che è venuto a mancare uno dei nostri capi club della Toscana, Fernando Panci, che ci ha dato una mano dal paradiso questa sera.

"VIDEO - RIVIVI LE COREOGRAFIE DEL DERBY ORGANIZZATE DALLE DUE CURVE