PUNTO PRIMAVERA – Inter ai play off: basta un punto con la Ternana! Ma quanti errori…

di

di Daniele Fiori. Segui @FioriDaniele

Play off Inter Primavera: ora c’è certezza matematica

Inter Ternana Primavera 1-1. Finisce in pareggio la penultima gara di regular season della stagione 2013/14: un punto che regala ai ragazzi di mister Cerrone la matematica certezza del quarto posto (la quinta classificata, l’Udinese, è distante 3 punti ma ha a suo sfavore gli scontri diretti) e quindi la possibilità di partecipare ai play-off per guadagnarsi il pass di accesso alla Final Eight che assegnerà lo scudetto (1^ e 2^ classificata dei tre gironi accedono direttamente alla Final Eight, 3^, 4^ e migliori 5^ classificate si giocano i play off per i due posti rimanenti). La gara di sabato scorso però lascia in eredità anche le incertezze che hanno accompagnato il cammino nerazzurro durante l’arco dell’intera stagione: l’Inter viene da una sola vittoria di fronte a 3 pareggi nelle ultime 4 giornate. Inutile guardarsi indietro, ma con soli 6 punti in più ora ci si potrebbe giocare l’accesso diretto alla Final Eight: i baby nerazzurri di punti per strada a causa delle disattenzioni ne hanno lasciati molti di più, gli ultimi 2 proprio nella partita contro la Ternana. Sono state infatti innumerevoli le palle gol sprecate con ingiustificata spensieratezza durante l’arco dei 90 minuti, ma alla fine il gol decisivo è arrivato solo nei minuti di recupero e solo grazie ad un calcio di rigore. La speranza è che con l’arrivo delle gare che contano l’atteggiamento cambi e la cattiveria agonistica prenda il sopravvento: in questo senso l’ultimo match del girone contro la capolista Chievo Verona (in programma sabato 3 maggio) sia propedeutico, anche perché dal mercoledì successivo si comincerà a fare sul serio.

LA PARTITA IN PILLOLE – Nell’ultima gara di campionato in programma al centro sportivo “Facchetti”, l’Inter ospita la Ternana in un caldo sabato pomeriggio (è il 26 aprile). I nerazzurri sono protagonisti di un primo tempo giocato praticamente sempre nella metà campo avversaria, ma ciò non basterà per indirizzare il risultato nella giusta direzione e servirà un finale da cardiopalma per evitare almeno una sconfitta che sarebbe risultata davvero beffarda. La prima occasione nasce dai piedi di Tassi, che pennella un’ottima punizione dalla sinistra, sulla quale Cosimi interviene smanacciando in angolo. Poco dopo è Bonazzoli a rendersi pericoloso, con un bel gioco di gambe ed un tiro da posizione troppo defilata però per pensare di trovare la via del gol. La fascia sinistra è quella da cui nascono le maggiori azioni nerazzurre: anche Polo riesce a sfondare da quel lato e lasciar partire il suo esterno destro, sul quale ancora Cosimi si esibisce in una bella parata in tuffo. Ci prova ancora Tassi da fuori e sul suo tiro insidioso si avventa Capello, che però fallisce incredibilmente il tap-in. Ancora dalla sinistra arriva la chance più clamorosa del primo tempo: dal cross basso di Eguelfi scaturiscono una serie di rimpalli, alla fine la palla arriva a Camara che calcia colpendo in pieno il palo a portiere battuto. Ma il guineano non si abbatte e poco dopo va via a due uomini sulla fascia destra, servendo poi sul primo palo Capello, che però fallisce di nuovo l’appoggio a pochi metri dalla porta. Il primo tempo si conclude così con un’Inter che rimane a bocca asciutta nonostante l’enorme mole di gioco creata, anche grazie al ritorno a pieno regime di Tassi in mezzo al campo, ed una Ternana che si limita alla fase difensiva. La ripresa comincia con altre fiammate nerazzurre: Eguelfi va subito vicinissimo al gol con una conclusione da fuori area, che nessuno dei suoi compagni riesce a deviare in rete. Dai piedi del terzino nerazzurro poco dopo nasce un’assist per Bonazzoli, che riesce a saltare il portiere ospite ma poi si fa respingere l’appoggio in rete dal rientro di Ligobbi. L’Inter continua dunque a faticare a segnare, nonostante le tantissime occasioni, e pian piano si addormenta. La Ternana invece si affaccia per la prima volta in avanti al 65′ ed ovviamente, come vogliono le ‘grandi leggi’ del calcio, riesce a passare in vantaggio: Ducato crossa dalla destra e grazie ad un rimpallo la palla arriva a Salvemini, che in qualche modo serve un liberissimo Palumbo in mezzo all’area; al centrocampista basta un piatto destro per bucare Costa e portare i suoi sull’1-0. L’Inter imperterrita continua a macinare occasioni senza trovare fortuna: Camara fa impazzire il terzino sinistro dei rossoverdi, ma sul suo cross Tassi fallisce la conclusione a porta vuota. L’ala nerazzurra non ci sta e continua a spingere sulla fascia destra: è l’80 quando, sugli sviluppi di un corner, viene steso in area di rigore: fallo netto. Sul dischetto si presenta Tassi, che però si fa ipnotizzare da Cosimi e fallisce ancora la chance del pareggio. La partita sembra stregata per i nerazzurri: i minuti passano e sul match sembrano ormai scorrere i titoli di coda. Hanno mollato tutti tranne Camara, che riesce ancora a sfondare in area e dopo due dribbling deve di nuovo essere fermato con un fallo. Un’altro rigore per l’Inter: siamo al 95′ e la palla pesa tantissimo, perché è quella che vale la matematica certezza dei play off. Dagli undici metri questa volta va Acampora, che non fallisce. Arriva quindi un rocambolesco pareggio, che nonostante tutto lascia all’Inter il fastidio di riuscire con molta fatica a concretizzare quanto di buono mostra sul terreno di gioco.

INTER-TERNANA 1-1 Marcatori: 20’st Palumbo, 50’st Acampora (rig.) INTER: Costa; Yao, Sciacca, Paramatti, Eguelfi; Acampora, Tassi; Camara, Capello (15’st Ventre), Polo (26’st Baldini); Bonazzoli (26’st Puscas). A disposizione: Maniero, Pinton, Dalla Riva, Palazzi, Gaiola, Mira, Bigotto, Radu, Knudsen. Allenatore: Salvatore Cerrone TERNANA: Cosimi; Albanese, Boninsegni, Ligobbi, Lobosco; Mariani, Bernardini, Palumbo; Russini (43’st Tedesco), Taurino (19’st Battista), Salvemini (47’st Massimi A.). A disposizione: Marricchi, Forte, Massimi, Nonni. Allenatore: Roberto Borrello

HIGHLIGHTS DEL MATCH: [youtube]http://youtu.be/avcop3nT–I[/youtube]

IL COMMENTO DEL MISTER – Molto duro mister Salvatore Cerrone a fine partita: “oggi l’unica cosa positiva è il punto in chiave play off”, è stata la prima frase detta ai microfoni di Inter Channel. Comprensibile la rabbia del tecnico della Primavera, che non vede i suoi ragazzi ancora pronti ad affrontare mentalmente delle partite difficili come quelle della fase ad eliminazione diretta: “guardando ai play off dobbiamo mantenere l’intensità di inizio partita; poi però siamo calati e siamo diventati lenti, tutte cose che lì paghi. Queste partite spero ci facciano pensare e maturare, visto che ormai manca poco.” Cerrone ha poi analizzato la gara raccontando anche la scelta dei due rigoristi: “Pensando alla partita dico che abbiamo cominciato bene, ma senza fare gol. Il problema è che ci ritroviamo sempre a dire che stavamo giocando bene e creando occasioni, ma poi al primo tiro avversario prendiamo gol. Sbagliamo troppi gol e sbagliamo anche ai rigori: ai play off questo non ci sarà concesso. I rigoristi? Mi viene da ridere perché ci eravamo pure allenati. Il nostro rigorista è Lorenzo (Tassi, ndr), ma può capitare un errore, anche per la stanchezza. Il suo vice è Acampora, quindi il secondo lo ha tirato lui.” Poi il tecnico ha concluso parlando dell’ultima gara di campionato, contro il temibile Chievo, che spera possa svegliare l’ambiente: “la prossima partita potrebbe farci bene, potrebbe darci quello che ci manca, quella tempra e quella carica che servono in vista dei play off del mercoledì successivo“.

LA CLASSIFICA del GIRONE B:

  1. Chievo Verona 58
  2. Atalanta 53
  3. Milan 50
  4. Inter 47
  5. Udinese 44
  6. Brescia 41
  7. Padova 36
  8. Hellas Verona 35
  9. Varese 33
  10. Cagliari 32
  11. Pescara 27
  12. Ternana 17
  13. Virtus Lanciano 10
  14. Cittadella 3
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy