Inter-Torino, Longo (Sky): “Ci abbiamo creduto, ma l’Inter è stata più brava di noi”

Le dichiarazioni del tecnico granata al termine della sfida di San Siro

di Cesare Milanti, @cesaremilanti

Conclusa la sfida contro l’Inter, il Torino esce da San Siro con qualche rimpianto e 0 punti; nonostante fosse passato in vantaggio con Andrea Belotti, nel secondo tempo i granata si sono sciolti, caduti sotto le reti di Young, Godin e Lautaro Martinez. Dopo il triplice fischio di Massa, ha parlato ai microfoni di Sky Sport Moreno Longo, tecnico dei piemontesi.

Ecco, dunque, il commento di Longo: “Sicuramente fa male, c’erano i presupposti per poter fare un altro tipo di gara. Aver dato la possibilità all’Inter di andare in doppio vantaggio su palla inattiva dispiace: abbiamo preso due gol evitabili, che ci hanno fatto perdere una gara che poteva andare in maniera differente. Dobbiamo lottare e combattere su ogni campo per cercare di conquistare i punti necessari per l’obiettivo salvezza; non cambia nulla dopo questa partita, l’Inter è stata più brava di noi ma noi ci abbiamo creduto. Ora ci sono altre sei partite tutte da vincere, a partire dal Genoa“.

Poi, aggiunge: “Dobbiamo migliorare su tanti aspetti, in primis dalla parte difensiva. Oggi siamo riusciti per tutto il primo tempo a mantenere alta la concentrazione. Quando concedi con errori evitabili l’opportunità di fare gol, questo ti penalizza: per venire a San Siro a fare risultato devi essere perfetto in fase difensiva. Uno dei problemi di questo format è il non allenarsi: dobbiamo ottimizzare qualsiasi tipo di risorsa: concentrazione ed attenzione rimangono fondamentali. L’Inter era molto aggressiva, grazie alla fisicità dei propri calciatori. Abbiamo qualità, siamo costruiti per fare questo tipo di calcio: siamo migliorati tanto nelle ultime gare, anche oggi abbiamo avuto le palle gol con Verdi, Belotti ed Ansaldi. Per il nostro momento e per la nostra dimensione, questo dev’essere un elemento da valorizzare. La squadra sta creando, dobbiamo ritrovare l’equilibrio tra fase difensiva ed offensiva“.

Infine, conclude: “Belotti ha qualità speciali e straordinarie, da attaccante completo. Attacca la profondità, protegge la palla… noi cerchiamo di metterlo nelle condizioni migliori e di farlo giocare dove lui si esprime meglio. Noi abbiamo bisogno del pubblico, della nostra tifoseria che sa essere l’uomo in più“.

Siamo LIVE ora su YouTube. Entra a commentare la partita con noi

freccia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy