Moratti: “I miei più grandi rimpianti? Pirlo, Cantona e CR7…”

di

Intervista Moratti: l’ex presidente nerazzurro confessa i suoi più grandi rimpianti

Massimo Moratti è ospite di un evento organizzato dall’esercito in cui sta raccontando molti aneddoti riguardanti i suoi 18 anni di presidenza nerazzurra. A riprendere l’evento le telecamere di Telelombardia. Particolarmente interessanti le dichiarazioni dell’ex patron dell’Inter riguardanti i suoi più grandi rimpianti di mercato, dalla cessione di Pirlo agli acquisti mai portati a termine. Queste le sue parole trascritte da FcInter1908.it:

“Tra i giocatori dati via il primo rammarico che viene in mente riguarda Andrea Pirlo. Mi prendo le mie responsabilità, anche se era inevitabile darlo via se il tecnico che avevi proprio non lo vedeva e ti dice che il calciatore rovina il gruppo. Sapevo che era un fenomeno, infatti ero andato io stesso a prenderlo a Brescia senza dire niente a nessuno. Avevo anche preso Tardelli proprio per esaltare Pirlo, ma anche lui non lo vide. Tra gli acquisti mancati invece cito sempre Cantona. Con lui per me avremmo vinto lo scudetto. Lo avevamo praticamente già preso perché avevamo l’accordo con lui, ma poi l’abbiamo perso per strada. Un’altro rimpianto è Cristiano Ronaldo: avevamo un’opportunità, ma era giovane e costava già tantissimo. Forse però se avessimo insistito un po’ di più…”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy