Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

L’INTERTINENTE – Da economisti a grafici, il passo è breve. Ogni scusa è buona per attaccare Suning e l’Inter

Zhang Jindong, Steven Zhang e Antonio Conte, Getty Images

Il nuovo logo non è stato gradito da tutti

Raffaele Caruso

"Le novità hanno sempre bisogno di tempo per essere metabolizzate, questo lo sappiamo. Nel mondo Inter però il "nuovo" crea sempre polemica, ogni discorso viene inutilmente amplificato al 100% tra dibattiti e tanto altro.

"Fa sorridere come tutto il polverone sia sempre alzato non dall'esterno e dalle tifoserie rivali, ma internamente. Da quegli stessi tifosi che professano "amore" per i colori nerazzurri.

"E si poteva non approfittare del lancio del nuovo logo per attaccare ancora una volta Suning? Certo che no. Così, quegli stessi tifosi che per mesi hanno criticato dietro lo schermo del proprio telefonino un colosso capace negli ultimi anni di fatturare miliardi e miliardi di euro, senza alcun titolo di studio, conoscenza della materia o documenti ufficiali (dimenticando tra l'altro anche una pandemia che ha messo in ginocchio l'economia mondiale), hanno messo da parte la laurea in economia (ma presto la tireranno di nuovo fuori) e in pochi secondi si sono trasformati in esperti del design e di grafica.

"Et voilà, il gioco è fatto. Non abbiamo la pretesa che il cambiamento venga subito accettato e nemmeno la presunzione di capirne qualcosa. Ma non capiamo il perché, con tutta sincerità, bisogna sempre polemizzare e dar spazio a commenti davvero indecenti come "Suning sta distruggendo l'Inter", "Suning non rispetta la tradizione", "La storia dell'Inter calpestata dai cinesi". 

"Prima cosa. Suning ha riportato l'Inter al primo posto in Italia e come possa averla "distrutta" dal suo arrivo questo davvero ci sfugge. Seconda cosa. Siamo nel 2021, non nel 1921. Bisogna stare al passo coi tempi e soprattutto "combattere" con le rivali in ogni aspetto, non solo sul rettangolo verde di gioco.

"Il calcio è cambiato, le partite non durano più solo 90 minuti e c'è tutto un mondo economico (social, marketing, mercati esteri, valorizzazione del brand) che va sostenuto. Dietro alla scelta del nuovo logo, disegnato da chi sicuramente ne sa qualcosa in più di noi, ci saranno motivi ben precisi che avranno un loro perché. Anche noi di Passione Inter, ad esempio, abbiamo cambiato look recentemente, ogni azienda cerca sempre di modernizzarsi e adottare nuove strategie sul mercato, che vi piaccia o no.

"Siamo vicini ad uno scudetto, ad un titolo che manca da 10 lunghissimi anni. Invece di essere compatti, uniti e vicini all'intera squadra, c'è chi ancora perde tempo dietro screditando ogni qualsiasi mossa dell'Inter e di Suning. Contenti voi.