Vocalelli (GdS): “Tetto ingaggi da controllare. Scelta saggia di Zhang”

Il giornalista ha analizzato le strategie adottate dalla società nerazzurra

di Mario Falchi, @mariofalchi9

In questo ultimo periodo di crisi economica per il calcio mondiale, le società devono tenere a bada il bilancio facendo attenzione alle spese. Quest’ultima è la politica aziendale adottata dal presidente dell’Inter, Steven Zhang, che ha deciso di non fare investimenti sproporzionati e soprattutto di vendere prima di acquistare. Di questo argomento ne ha parlato Alessandro Vocalelli nell’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport.

Piero Ausilio, Antonio Conte, Steven Zhang e Giuseppe Marotta, Getty Images

SCELTA RESPONSABILE –Un concetto più che condivisibile e che traccia una strada. Scelte come questa possono fare scuola davvero, molto più di un accordo praticamente impossibile: imporre a tutti i club un tetto agli ingaggi. Sono troppo differenti le storie, le strategie, per poter pensare a un accordo “universale”“.

INTER GRANDE SQUADRA –L’Inter è già una grandissima squadra, puntando al fuoriclasse quando è possibile, ma allo stesso tempo creando una rete fatta di idee, di intuizioni che parte dai giovani e si sviluppa nel segno dei buoni investimenti. Li conosce bene Marotta e chi due anni fa fu capace, fiutando il talento e l’affare, di prendere Lautaro Martinez a 20 milioni”.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy