Cuore Pinamonti: l’Inter ritrova l’ex che non se n’è mai andato

Cuore Pinamonti: l’Inter ritrova l’ex che non se n’è mai andato

Lo scontro di stasera tra passato, presente e futuro di chi il nerazzurro se lo sente addosso

di Andrea Dattrino

Andrea Pinamonti è l’esatta dimostrazione che i sogni, a volte, possono diventare realtà, soprattutto nel mondo del pallone. La dimostrazione sta tutta in questo ragazzone nato a Cles, nel 1999 e nel suo esordio in Serie A con la maglia nerazzurra avvenuto un anno fa: un sogno realizzato appunto, che ora Andrea spera di poter continuare, convincendo i nerazzurri a puntare nuovamente su di lui in futuro. Una scelta che farebbe contenti anche quei tifosi più innamorati, che nel veder un giovane toccarsi lo stemma e stringerlo al cuore si emozionano, in un mondo, quello del pallone, fatto di trappole e tanti, tanti milioni e pochissimi valori. Evidentemente quei valori gli sono entrati in testa, inculcati in tenera età da una famiglia da sempre e per sempre interista.

Per Andrea non potrà essere una partita come le altre, no, perché l’Inter e Pinamonti sono una cosa sola. Se per tornare e rimanerci in nerazzurro devi farlo da protagonista allora occorre passare anche da questi momenti, duri e complicati da comprendere ma utili nel farti le ossa e capire cosa vuol dire essere e diventare un calciatore professionista. Difficile non vedersi con la maglia della propria squadra del cuore addosso ma con colori, logo e compagni diversi da quelli che ti ritrovavi fino a poco meno di cinque mesi fa. Difficile sfidare il tuo destino, in quella che è come la tua seconda pelle.

Stasera sarà un po’ come quando da ragazzino, al parco, ti ritrovavi a giocare una partita contro il tuo migliore amico: affrontarti con chi e hai sempre condiviso momenti e storie indimenticabili, passioni e sentimenti e che da un momento all’altro te lo ritrovi contro. E allora poi tutto passerà in secondo piano per far spazio al lavoro e alla professionalità che Pinamonti ha sempre dimostrato di avere.

La speranza di tutti gli interisti è che non ci sia bisogno di un messaggio di complimenti da parte del presidente Zhang al termine della partita, che non ci si veda lo smacco di un Dimarco 2.0 e che soprattutto l’Inter ritrovi i tre punti che possano far felici tutti i tifosi nerazzurri… anche in casa Pinamonti.

LEGGI ANCHE – Occasione Modric: Florentino non rinnoverà il contratto del croato. L’Inter resta vigile

Tutte le news sull’Inter in tempo reale:iscriviti al canale Telegram di Passioneinter.com

THIAGO MOTTA: “CHAMPIONS? L’INTER PUO’ SOGNARE!”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy