MERCATO – Il giovane Sensi: «Fiero di essere seguito dall’Inter»

MERCATO – Il giovane Sensi: «Fiero di essere seguito dall’Inter»

Commenta per primo!

Stefano Sensi è il nome nuovo che sta facendo sensazione un po’ dappertutto perché è passato nel giro di pochissimo tempo da prospetto conosciuto solo da pochissimi addetti ai lavori a obiettivo di mercato di un nugolo di squadre di Serie A, dal Sassuolo alla Juventus (passando anche per Inter, Milan, Napoli, Fiorentina…).

Intanto il giovane mediano del Cesena – ma non minorenne, è comunque un classe 1995 – se la ride sotto i baffi mentre rilascia un’intervista a La Gazzetta dello Sport: «In tanti mi hanno detto che sono troppo basso per giocare a calcio perché sono alto solo 1,68 ma io ho sempre risposto che a pallone si gioca con i piedi. Mi accostano a Verratti? È un onore per me, Marco è unico e per ora abbiamo in comune solo… La statura! [ride, NdR] Forse abbiamo in comune qualche caratteristica, sono fiero del paragone e anche del fatto che Mancini sia venuto al Manuzzi a vedermi giocare. Io mi ispiro a Xavi, ma devo ancora crescere tantissimo. Se valgo dieci milioni? Beh, sono tanti soldi…».

Insomma, tutti sembrano volere questo ragazzo nonostante qualche mese fa sembrasse destinato a tornare in Lega Pro: «Posso solo ringraziare mister Drago, dovevo già andar via e tornare in Lega Pro ma dopo tre giorni di ritiro mi ha detto che mi voleva con lui, che gli piacevano la mia fame e la mia cattiveria. La questione dell’altezza? Mi hanno sempre ripetuto che sono troppo basso. Certo, va anche detto che da bambino facevo il difensore e forse c’entrava anche il ruolo… Un trasferimento all’estero prima ancora che in Serie A, magari in Premier? È ancora presto per parlarne, ci penserò a gennaio» ha spiegato Sensi che, però, sempre secondo La Gazzetta potrebbe anche finire l’intera stagione a Cesena nonostante i tanti club importanti su di lui.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy