Mancini: “Tornai all’Inter per amore e riconoscenza. Addio affrettato? Forse, ma guardo avanti”

Mancini: “Tornai all’Inter per amore e riconoscenza. Addio affrettato? Forse, ma guardo avanti”

Una parte dell’intervista concessa dal ct azzurro al Corriere dello Sport

di Simone Frizza, @simon29_

Nella lunga intervista concessa da Roberto Mancini al Corriere dello Sport l’attuale ct della Nazionale ha parlato anche del suo ritorno all’Inter, durato un anno e mezzo e culminato con quel burrascoso addio dopo la differenza di vedute con la neo arrivata società Suning. Ecco le sue parole.

“Sul campionato la Roma ha giovani di prospettiva, il Napoli gioca benissimo, il Milan deve azzeccare almeno tre acquisti. L’Inter mi sembra la rivale più pronta, come struttura e come capacità di investimenti. Io scappato troppo presto? Sono tornato a Milano per amore e per riconoscenza. Non ho rimpianti, forse ci voleva più pazienza ma le scelte vanno fatte sul momento e io decisi di mollare. Guardo avanti”, ha dichiarato.

Poi, sul suo rapporto con Balotelli ha affermato: “Con Balotelli ho fatto il possibile, spero sempre che succeda qualcosa. Tornerà in Nazionale solo se lo merita. Da giovane mi ha dato tanto, sia all’Inter che a Manchester. Negli ultimi mesi davvero poco”.

LEGGI ANCHE – Inter-Juve, quanti duelli sul mercato: da De Ligt ad Andersen, i nomi

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

KEITA INCONTRA I FERRAGNEZ ALLE MALDIVE: SFIDA A PING PONG E POI… PENITENZA!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy