Ganz: “Il derby vero era quello tra giocatori italiani. Pioli allenatore giusto”

Ganz: “Il derby vero era quello tra giocatori italiani. Pioli allenatore giusto”

L’ex attaccante di Milan e Inter ha parlato a poche ore dal derby in programma questa sera a San Siro

Commenta per primo!

Ha giocato e segnato prima con la maglia dell‘Inter poi con quella del Milan. Maurizio Ganz sa bene qual’è il clima che si respira intorno a queste grandi sfide e, a poche ore dalla stracittadina milanese, ha parlato a Sky Sport ricordando la magia del derby: “Il derby vero è tra giocatori italiani, una sfida che iniziava il lunedì e finiva la domenica. Adesso ci sono molti buoni giocatori stranieri che non hanno quella motivazione sanguigna per difendere la propria città. Prima se non si vinceva il derby si stava male, adesso per gli stranieri può non essere così importante.Le maglie di Milan e Inter pesano allo stesso modo, sono due squadre che hanno vinto tantissimo in più di 100 anni, bisogna indossarla sempre al massimo.”

Sul cambio delle due societàMoratti e Berlusconi sono molto difficili da sostituire, hanno vinto tutto. In questo momento c’è bisogno di investire e se i soldi non possono arrivare dall’Italia, ben vengano dalla Cina. L’importante è che ci siano organizzazione, la voglia di far crescere il club e di riportarlo ai fasti di una volta, questa è la cosa più importante.

Prima derby per Pioli e Montella: “ Sono due che da giocatori hanno vissuto dei derby, quindi sanno a cosa vanno incontro. Stefano è quello che rischia di più. Lo conosco dai tempi di Modena, lì era agli inizi della sua carriera e ha fatto passi da gigante e credo che sia in questo momento la persona giusta per uscire da questo momento. Penso che abbia l’esperienza per essere tranquillo. Vincenzo ha cambiato volto al Milan, ma non solo perché sa allenare i giovani e perché da un gioco alla squadra, credo che abbia ricompattato lo spogliatoio che negli ultimi anni si era perso. Pioli con la Lazio ha fatto benissimo, all’Inter ora c’è bisogno di un condottiero e lui è l’allenatore giusto, anche se parte da un derby”.

ZAMORANO SI REINVENTA CANTANTE IN CILE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy