Rinnovo Icardi, Inter infastidita dai comportamenti di Wanda. La società chiederà di trattare con un altro agente

Rinnovo Icardi, Inter infastidita dai comportamenti di Wanda. La società chiederà di trattare con un altro agente

Ecco la clamorosa svolta che potrebbe influenzare le trattative

di Antonio Siragusano

Tra i capricci della moglie ed il silenzio del marito, l’Inter ci sta capendo ben poco. Il rinnovo di Mauro Icardi si sta rivelando più difficile di quanto previsto, soprattutto a causa delle pretese e dichiarazioni forse fuori luogo della moglie-manager Wanda Nara. La showgirl argentina sta tirando a lungo i negoziati per prolungare il contratto del capitano nerazzurro, con un atteggiamento che ai vertici di casa Inter non sta piacendo affatto. Così, la dirigenza nerazzurra starebbe pensando di fare una richiesta particolare al centravanti nerazzurro, prima di ricominciare le trattative per il rinnovo.

Secondo quanto ricostruito questa mattina da La Gazzetta dello Sport, non sono passati inosservati, e non sono piaciuti, i video su Instagram postati da Wanda nelle ore appena precedenti allo ‘sfumato’ volo di ritorno. La Nara in versione showgirl bomba­sexy si faceva truccare e massaggiare in luoghi sensibili da Kenny Palacios (parrucchiere­-visagista­-stilista di dive argentine) con effetti hot dati in pasto dalla stessa Wanda ai suoi numerosi follower sui social. Per questo motivo, ma anche per la difficoltà di relazionarsi col doppio ruolo di moglie e procuratrice del proprio capitano, una delle prime richieste dell’Inter a Icardi sarà quella di trattare con un altro intermediario, e non con Wanda.

LEGGI ANCHE – Mercato – Inter, pressing su De Paul. Si può chiudere a gennaio per averlo in estate: ecco le cifre dell’operazione

LIVE MERCATO – SEGUI TUTTE LE TRATTATIVE DEI NERAZZURRI IN DIRETTA

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

VIDEO – Gabigol, che accoglienza in aeroporto!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy