INTER SUPPORTERS – Dasvidania Mosca

INTER SUPPORTERS – Dasvidania Mosca

Commenta per primo!

La pazza Inter è tornata, sofferenza, carattere e voglia di vincere! Un 2 a 3 soffertissimo nel quale spicca la perla del nuovo acquisto Zarate, entrato al posto di Pazzini dopo pochi minuti del secondo tempo a causa di un infortunio al tallone accusato dal Pazzo dopo una conclusione “ciccata” verso la fine della prima frazione di gioco. Un Inter a due facce, nel primo tempo solida, attenta e letale nelle occasioni che ha avuto. Finalmente riusciamo anche a sfruttare un calcio d’angolo e con un po’ di fortuna siamo andati a segno dopo pochissimi minuti. L’instancabile Yuto sulla fascia destra crea scompiglio e riesce ad offrire al Pazzo un gol facile facile che ha bisogno solo di essere spinto in rete. Risultato inequivocabile fino all’ultimo minuto di recupero, quando su una punizione poco fuori dall’area di rigore il CSKA accorcia le distanze. Questo ha fatto un po’ “impaurire” i ragazzi che vanno al riposo con un solo gol di vantaggio. Come già successo anche a Bologna, nei secondi 45 minuti di gioco ci siamo abbassati un po’ troppo lasciando l’iniziativa alla squadra Moscovita cercando di recuperare palla e partire in contropiede ma le occasioni più pericolose da parte nostra arrivano solo dai calci d’angolo quando sfioriamo il 3 a 1 con Alvarez e Milito nella stessa azione. Le punte del CSKA spingono sull’acceleratore e dopo qualche cross pericoloso riescono a trovare il pareggio con un’azione personale di parte di Wagner Love. Sembrerebbe che i ragazzi siano crolalti psicologicamente e invece no, dopo pochi secondi il grande carattere della squadra nerazzurra è venuto fuori e con una ripartenza veloce Cambiasso lancia Maurito che la mette giù di petto e dal limite dell’area in mezzo ai due centrali conclude in rete relaizzando un gol da cineteca. Dopodiche è sofferenza fino alla fine, qualche aggiustamento tattico del mister e la resistenza della squadra portano in porto un risultato importantissimo per la classifica e psicologicamente. Ora bisogna preparare la sfida di sabato con il Napoli con la giusta concetrazione e voglia di fare una grande gara tra le mura amiche. L’inter è tornata, dasvidania Mosca!!! Massimo Suppo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy