Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

DUMFRIES INTER

I numeri (da paura) che hanno convinto l’Inter ad acquistare Dumfries

Denzel Dumfries (@ Getty Images)

L'esterno è atteso in serata a Milano dove domani sosterrà le visite mediche

Alessio Murgida

L'Inter ha l'erede di Achraf Hakimi: si tratta di Denzel Dumfries, esterno olandese classe 1996. Dopo avervi raccontato la storia dell'ormai ex giocatore del PSV, è ora di capire perché la società nerazzurra ha deciso di puntare sul suo profilo. Il terzino destro ha stupito tutti con le sue prestazioni a EURO 2020 portando a casa un bottino di due gol e un assist in quattro partite. In rottura con la squadra olandese, Dumfries ha attirato le attenzioni sul mercato dei più grandi club d'Europa: in particolare Bayern Monaco ed Everton avevano gli occhi puntati su di lui ma è stata l'Inter a spuntarla per la cifra di 12,5 milioni di euro più 2 di bonus.

 Denzel Dumfries (@Getty Images)

Ma non è stato il solo exploit all'Europeo a convincere l'Inter, bensì una crescita continua ed esponenziale dell'olandese nelle ultime quattro stagioni. Infatti, Dumfries si è dimostrato uno dei migliori esterni in circolazione, il migliore in Eredivisie a giudicare dai numeri riportati da Opta:

Come sappiamo, la sua carriera è esplosa tardi: all'età di 18 anni giocava ancora nelle serie minori e soltanto quando lo Sparta Rotterdam lo nota, riesce a fare il salto di qualità. Prima nella Serie B olandese e poi conquista insieme a suoi compagni la Serie A. Dal 2016 (anno d'esordio per Dumfries nella massima categoria olandese) nessun terzino o difensore ha segnato e fatto segnare più di lui. In 5 stagioni, il (quasi, manca ancora l'ufficialità) nuovo giocatore nerazzurro ha totalizzato 17 reti e ben 26 assist. Cifre da paura.

Un altro punto a favore per Dumfries è l'esperienza. A 25 anni è nel pieno della sua espressione calcistica ed è finalmente pronto per palcoscenici più grandi e competitivi del campionato olandese. E i super Europei lo dimostrano. L'ambientamento a Milano, in un calcio diverso e difficile come quello italiano, potrebbe essere una spina nel fianco per lui. Per questo motivo, diventa fondamentale la presenza di un veterano della Serie A come Matteo Darmian. Non è difficile immaginarsi, infatti, che nelle prime settimane della nuova stagione l'esterno ex Manchester United possa essere il titolare durante lo "svezzamento" di Denzel Dumfries ma le qualità sull'Oranje non si discutono. L'Inter ha fatto un grande colpo.

tutte le notizie di