Focus – Grandi classici natalizi

Focus odierno dedicato ai grandi classici natalizi per il centrocampo dell’Inter: riuscirà almeno uno di loro a spuntarla?

di Giuseppe Chiaramonte, @PeChiaramonte
mercato lucas leiva

Il Natale calcistico, come di consueto e complice anche la sosta, introduce i primissimi sussurri di calciomercato, aprendo quindi di fatto le porte alle prime operazioni in entrata ed uscita. I limiti legati al FFP ed una rosa piena di esuberi, pongono l’Inter, per una volta, in posizione defilata e di attesa. Si è parlato di un solo giocatore con determinate e specifiche caratteristiche, capace di colmare una serie di lacune evidenti sin da inizio stagione ed individuabile in un interditore capace comunque di avviare la manovra. L’arretramento di Medel a ruolo di difensore centrale ipotizzato da Pioli, accresce ulteriormente la necessità dei nerazzurri di individuare un profilo in grado di garantire anche tanto ordine e sostanza ad un reparto spesso proiettato più verso la fase attiva che verso quella passiva. Le caratteristiche di Joao Mario, Kondogbia, Brozovic e Banega, seppur tutte differenti tra loro, sono accomunate dall’enorme necessità di un giocatore con specifiche doti di corsa e copertura in grado di supportare l’innata tendenza dei sopracitati a portar palla. Il reparto, già con il solo Felipe Melo, sembra aver giovato in ordine ed organizzazione, individuando nel brasiliano un riferimento quantomeno chiaro e definito in grado di garantire la protezione necessaria, seppur con autonomia ridotta, a quel tipo di gioco voluto dagli altri attuali centrocampisti nerazzurri. Il salto di qualità auspicato dalla nuova proprietà impone però maggiori certezze in quella posizione di campo ed è proprio in vista delle feste che il calciomercato ha offerto le prime suggestioni. Parlare di novità di mercato, in realtà, appare molto relativo: i nomi in questione, per un buon 70%, sono infatti reduci dalle precedenti sessioni, dove per un motivo o per un altro non sono andate in porto. L’esigenza però rimane e riecco quindi due grandi classici del mercato interista: Lucas Leiva e Luiz Gustavo, centrocampisti brasiliani accostati per l’ennesima volta ai colori nerazzurri. Leiva, ai margini del progetto Reds di Klopp, sembra essere la pista più semplice e meno onerosa, considerando appunto la marginalità del giocatore nelle idee del Liverpool e la carta d’identità che lo vede prossimo ai trent’anni. Giocatore di grande sostanza e corsa, per rendere al massimo dei propri mezzi, andrebbe inserito in un contesto tattico che gli permetta di fare quel che è nelle sue corde e di non doversi cimentare in opere di direzione del gioco o di inizio della manovra che non gli competono. Parzialmente diversa è la posizione di Luiz Gustavo, molto più caro ma capace di garantire, seppur non in maniera del tutto eccellente, una minima dose di possesso e di lettura della manovra. Oggetto del desiderio di Mazzarri, che vedeva in lui il prototipo perfetto di giocatore da piazzare davanti alla difesa interista, è forse la pista più complessa in quanto la sua valutazione fatta dal Wolfsburg si attesta attorno ai venti milioni di Euro. Un altro grande classico del mercato interista è Lassana Diarra: il mediano francese ex Real Madrid ed attualmente in forza al Marsiglia, è considerato da tempo un piano B che non entusiasma particolarmente ma che allo stesso tempo non sembra irraggiungibile tenendo conto, anche in questo caso, della non particolarmente clemente carta d’identità. Tatticamente più simile a Luiz Gustavo che a Leiva, può tornare caldo nelle ultime ore di mercato o, mal che vada, nella prossima sessione come da due anni a questa parte. Più defilato resta invece Milan Badelj, centrocampista della Fiorentina e probabilmente prototipo perfetto del tipo di giocatore che serve all’Inter: capace di gestire il possesso e di avviare l’azione, è in grado di uscire dal pressing avversario con grande caparbietà. Obiettivo quasi irraggiungibile, tenuto conto del valore del cartellino e della grande concorrenza generata dalle grandi prestazioni del giocatore (su tutti c’è il Milan di Montella, grande estimatore del croato) che hanno smosso l’interesse di tante squadre. I grandi classici del mercato interista sono tornati: sarà la volta buona per vederne almeno uno in nerazzurro? In attesa di un riscontro, non ci resta che augurarvi  Buone Feste!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy