Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

MERCATO INTER

Chi è Matturro, il giovane difensore che ha stregato l’Inter

Matturro
L'identikit del giovanissimo difensore

Pietro Magnani

L'Inter continua a setacciare il mercato in cerca di occasioni low cost per rinforzare la propria rosa. Meglio ancora se i profili sono giovani promesse da far crescere in nerazzurro. Proprio come Alan Matturro, giovanissimo difensore che sta stregando gli osservatori del club.

Matturro

Matturro è 18 enne da sole due settimane, ma già da più di un anno guida egregiamente la difesa del Defensor Sporting. Il ragazzo, nonostante il fisico imponente (1 metro e 89 e sta ancora crescendo...) è dotato di movenze molto agili, un buon dribbling e visione di gioco. Matturro infatti nasce come fantasista, un 10, che poi è progressivamente arretrato con il passare del tempo. La classe da fantasista però è rimasta, così come il tiro, secco e preciso anche da fuori area.

La sua crescita è stata solo leggermente rallentata dalla rottura del perone di un paio di anni fa, ma il ragazzo è considerato uno dei gioielli della prossima generazione del calcio uruguagio, tanto che in molti in patria lo vogliono già nella Nazionale maggiore. Fortissimo in marcatura, di recente ha completamente annullato un mostro sacro come Luis Suarez, senza provare alcun timore reverenziale. Molto forte fisicamente e nel gioco aereo, ricorda un po' nelle movenze, con ovviamente molteplici mani avanti, Walter Samuel.

Finora con la prima squadre dello Sporting ha collezionato 31 presenze, condite da 3 goal, 2 assist e soli 2 cartellini gialli. Un biglietto da visita niente male per un difensore sì roccioso, ma anche tecnico e corretto. A bloccarlo in Uruguay per ora una clausola rescissoria di soli 6 milioni, pochissimi per gli standard del calcio europeo per un giocatore con questo talento.

L'Inter sembra averlo in pugno. Prossimamente dovrebbe pagare la clausola per portarlo a Milano. Che i nerazzurri abbiano trovato già il prossimo gioiello per la difesa del futuro?