Lautaro-Inter, il retroscena dell’osservatore: “A 19 anni era già un top. Grande blitz di Ausilio”

La dirigenza nerazzurra bruciò in un attimo la concorrenza di altri top club europei

di Raffaele Caruso
Lautaro Inter

Adelio Moro, osservatore per l’Inter fino allo scorso anno, ha raccontato a Tuttosport i dettagli dell’operazione di mercato che ha portato in Italia Lautaro Martinez.

Ecco le sue parole: “Con i colleghi Fontana e Verdelli, vista la tradizione argentina del club nerazzurro, dedicammo un occhio di riguardo all’Albiceleste. Ci innamorammo subito di un attaccante tarchiato, ma dotato di grandi colpi e capace di calciare in porta da tutte le posizioni: si chiamava Lautaro Martinez, aveva 19 anni ed era di proprietà del Racing Club de Avellaneda”.

Il ruolo di Ausilio: “Stimolato dalla concorrenza juventina che si era già assicurata due giovani sudamericani (Bentancur e Rodrigo), la pensava come noi e a fine torneo vola immediatamente in Argentina. Il direttore volle vedere Lautaro dal vivo, ma soprattutto voleva guadagnare la pole position con l’entourage del ragazzo e con il club argentino. Blitz rapido ed efficace. Ausilio è bravissimo: anticipa l’Atletico Madrid e si assicura Lautaro. Un gran colpo”.

>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy