ESCLUSIVA – Christian Falk (SportBild): “L’Inter voleva Müller! No a Werner, occhio a Götze e Tolisso. Su Perisic…”

ESCLUSIVA – Christian Falk (SportBild): “L’Inter voleva Müller! No a Werner, occhio a Götze e Tolisso. Su Perisic…”

I microfoni di Passioneinter.com hanno raggiunto il giornalista tedesco, molto vicino alle dinamiche di casa Bayern Monaco

di Simone Frizza, @simon29_

Le cifre del calciomercato – anche per l’Inter – verranno influenzate dall’emergenza Coronavirus, ma il Bayern Monaco non vuole perdere la possibilità di riscattare Ivan Perisic. Di questo ed altro si è parlato con Christian Falk (@cfbayern), giornalista di SportBild molto vicino alle dinamiche del club bavarese, raggiunto dalla redazione di Passioneinter.com con i propri microfoni. A tema Inter il discorso Perisic, ma anche Tolisso, Werner, Götze, Alaba e tanto altro: ecco qui di seguito l’intervista a Christian Falk.

L’intervista ESCLUSIVA a Christian Falk

Come stai Christian? Come stai trascorrendo questo periodo di isolamento?
“Al momento lavoro a casa, così come la maggior parte dei tedeschi, specialmente in Baviera. In quanto giornalista, lo strumento più importante in questo periodo è il cellulare! Fin quando la rete telefonica e la connessione internet funzioneranno, avrò comunque la possibilità di rimanere in contatto con i giocatori e gli staff. Conduco interviste utilizzando programmi quali Sky, Face-Time o Zoom, sebbene avrei anche la possibilità di effettuarle di persona, mantenendo i due metri di distanza di sicurezza. È così che il giornalismo prosegue il suo lavoro durante l’emergenza Coronavirus!”.

Come sta vivendo, la Germania, la crisi causata dal virus?
“Ho parlato proprio recentemente con un collega della Rai riguardo le differenze nella vita di tutti i giorni tra Germania ed Italia. È un vero sollievo per i tedeschi poter ancora uscire a camminare o a fare sport all’aria aperta. Sappiamo che la situazione anche degli ospedali italiani resta difficile, e la cosa rende tutti noi molto tristi. Speriamo che il governo tedesco continui a supportare l’Italia”.

Come si è mossa la Bundesliga per contrastare la crisi economica?
“La situazione dei club di Bundesliga è stata piuttosto difficile. Al momento c’è un accordo tra la lega e Sky, che detiene i diritti TV. Sky ha infatti deciso di pagare comunque i diritti del mese di aprile, a prescindere dal fatto che il campionato riprenda oppure no. In cambio, la somma che verserà sarà leggermente inferiore rispetto a quanto pattuito inizialmente. Questo aiuterà tutti i club a pagare gli stipendi e pianificare il futuro”.

I calciatori si sono tagliati gli stipendi?
“I calciatori dei club tedeschi hanno mostrato grande solidarietà in questa situazione complessa. In particolare, le due squadre più importanti, il Bayern Monaco ed il Borussia Dortmund, hanno tagliato gli stipendi del 20%, e le altre hanno seguito il loro esempio. Questo è stato un segnale molto importante sia per i tifosi che, in particolare, per gli impiegati delle società, che non guadagnano stipendi paragonabili a quelli dei calciatori ed avevano paura per il loro lavoro”.

Dalla Germania, come sono visti e valutati i provvedimenti presi dall’Italia per contrastare l’emergenza?
“Noi tedeschi non ci permettiamo di giudicare le decisioni dell’Italia nell’emergenza, non sarebbe corretto. Voi siete stati colpiti dalla catastrofe quando nessuno ne conosceva ancora le dimensioni. La Germania invece si è allarmata subito vedendo la situazione in Italia, e così ha avuto modo di attuare misure preventive migliori. Dato che la situazione in Italia è peggiore, ad esempio, di quella in Germania, penso che sia corretto non pensare ancora alla ripresa della Serie A, anche solo per rispetto nei confronti dei tanti defunti e delle loro famiglie. Ad ogni modo, spero che tanti paesi si rendano conto e ripensino all’importanza e all’organizzazione del proprio sistema sanitario. Non vale solo per l’Italia, ma anche per la Spagna o l’Inghilterra. Anche la Germania farà lo stesso”.

Inter, Christian Falk su Perisic, Tolisso e Werner

Venendo al calcio giocato: secondo te il Bayern Monaco è ancora intenzionato a riscattare Ivan Perisic? È soddisfatto delle sue prestazioni?
Perisic ha fatto un’ottima impressione ai dirigenti prima dell’infortunio, era stato all’altezza delle aspettative. Per questo motivo il Bayern Monaco vorrebbe comprarlo dall’Inter, ma il riscatto dipenderà anche dal suo costo. Qualora i nerazzurri scendessero sotto i 20 milioni chiesti inizialmente, penso che il riscatto sarebbe molto probabile. Il fatto è che Perisic vorrebbe restare al Bayern, quindi penso che i due club troveranno un accordo”.

Si è parlato molto del nome di Corentin Tolisso per l’Inter. C’è qualche trattativa con il Bayern? Magari uno scambio con lo stesso Perisic…
“Il Bayern Monaco si è definitivamente convinto a cedere Tolisso, e l’Inter sembra interessata. Tuttavia, il valore del francese è significativamente più alto di quello di Perisic, alla luce della differenza di contratto e di età. Tolisso non verrà di certo venduto per meno di 30 milioni di euro, e ad ogni modo scambi di calciatori con valutazioni alte sono inusuali. Anche quando Bayern e Juve ‘scambiarono’ Coman e Benatia, in realtà entrambi i calciatori vennero pagati separatamente. Poi, naturalmente, le trattative diventano più agevoli se un club desidera un giocatore di un altro e viceversa”.

Che tipo di calciatore è Tolisso? Il Bayern sembra non credere più nelle sue qualità.
Tolisso arrivò a Monaco come l’acquisto più costoso della storia della Bundesliga: 41,5 milioni di euro. La pressione su di lui era quindi molto alta. Tuttavia, non ha mai soddisfatto le aspettative della società. Ha anche subito degli infortuni nei momenti cruciali delle stagioni, ed infatti, quando ha poi avuto la possibilità di giocare, ha mostrato di avere grandi potenzialità. Non ha solo grande forza fisica nei duelli corpo a corpo, ha anche un’ottima affinità con il gol. Probabilmente cambiare aria può essere una buona soluzione per lui: potrebbe permettergli di dimostrare quanto vale veramente”.

È credibile un ritorno di Coutinho all’Inter? Il Bayern lo riscatterà?
“No, il Bayern non comprerà Coutinho. Chi lo vorrà non dovrà rivolgersi ai bavaresi, bensì al Barcellona. Dopo aver fatto fatica sia in Germania che in Spagna, la valutazione del suo cartellino è diminuita, tant’è che la base per la trattativa, ora, dovrebbe essere intorno ai 60 milioni di euro. Il problema maggiore, tuttavia, è quello del suo ingaggio, che a Barcellona toccava i 10 milioni di euro annui. Non tutti i club possono permettersi cifre simili, soprattutto con la crisi causata dal Coronavirus. Per il centrocampo però, ti posso dire che Mario Götze potrebbe diventare un’occasione per l’Inter. Il suo contratto al Borussia Dortmund scadrà a giugno, quindi potrà essere ingaggiato a parametro zero. Sono sicuro che verrà contattato almeno una volta, per sondare il terreno. Peraltro, so che l’Inter era particolarmente interessata a Thomas Müller, che ora ha però rinnovato fino con il Bayern fino al 2023. Götze, quindi, potrebbe essere una buona alternativa. Anche la Roma è interessata: ci sono già stati contatti in passato”.

All’Inter è stato timidamente accostato anche il nome di David Alaba.
“Mi dispiace, non posso dare nessuna speranza ai tifosi dell’Inter! È sicuro che David non andrà a Milano. Qualora dovesse cambiare squadra, infatti, preferirebbe Barcellona e Real Madrid. Io credo però che la crisi causata dal Coronavirus aumenti le sue possibilità di permanenza al Bayern Monaco”.

L’Inter sembra puntare anche su Timo Werner. È possibile pensare ad un suo arrivo a Milano?
Werner non andrà all’Inter, ci sono già degli incontri in programma con Jürgen Klopp. Il Liverpool è la grande favorita per acquistarlo in estate”.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Spunta Kean per l’Inter. Il Barcellona chiede sconti per Lautaro. Martial e Werner i possibili sostituti dell’argentino

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy