inter news

Accadde Oggi – 21 febbraio 2009, Balotelli e Cambiasso firmano il successo dell’Inter su Bologna

Supermario torna ad essere decisivo per lo scudetto nerazzurro con una punizione

Marco Accarino

"Torna l'appuntamento giornaliero con la consueta rubrica di Passioneinter chiamata Accadde Oggi. La puntata del 21 febbraio vi porta alla riscoperta di Bologna-Inter del campionato 2008-09, una partita fondamentale per la stagione dei nerazzurri e che diede un forte segnale alle inseguitrici della Beneamata, dando così - se mai ce ne fosse stato bisogno - una dichiarazione di intenti da parte dell'Inter in ottiva scudetto.

"La partita - iniziata dopo un minuto di raccoglimento per ricordare la figura di Giacomo Bulgarelli - parte subito bene per l'Inter: Ibrahimovic colpisce con forza ma il suo destro da fuori area è facile preda di Antonioli. Poco dopo è Julio Cesar a respingere un'occasione analoga capitata sui piedi di Zenoni. Ibra è come sempre protagonista: prima manca di un soffio la palla dello 0-1, poi offre un delizioso assist a Muntari che però arriva in affanno sul pallone e calcia alto a tu per tu con il portiere avversario.

"La gara si sblocca solo nel secondo tempo, quando Adriano svetta su calcio d'angolo e serve Cambiasso, rapidissimo a girare in rete il pallone. Il primo vero brivido per l'Inter arriva quando Stankovic devia un cross di Di Vaio ed obbliga Julio Cesar ad un miracolo. Il Bologna cresce e se Marazzina spreca una buona occasione su calcio d'angolo invece Britos si impone con uno stacco imperioso, bucando la porta avversaria e trovando il gol del pareggio al minuto 79. Dura poco la gioia dei rossoblu: Balotelli appena 3 giri d'orologio dopo trova nuovamente il vantaggio con una punizione insidiosa dalla destra che attraversa tutta l'area di rigore e si spegne in rete. L'ultime luci del match sono tutte rivolte su Julio Cesar quando, al 91esimo, vola sul colpo di testa di Di Vaio che altrimenti avrebbe portato il risultato sul 2-2. Una vittoria importantissima per l'Inter di Mourinho che mette nel mirino il 17esimo scudetto della storia nerazzurra.