Accadde Oggi – 6 settembre 1989, Inter-Lecce 2-1: Klinsmann e Brehme firmano una rimonta dal sapore tedesco

Accadde Oggi – 6 settembre 1989, Inter-Lecce 2-1: Klinsmann e Brehme firmano una rimonta dal sapore tedesco

Alla terza giornata del campionato di Serie A, l’Inter di Giovanni Trapattoni rimonta il Lecce a San Siro. Dopo il vantaggio pugliese firmato Pasculli, Klinsmann e Brehme timbrano il cartellino regalando i tre punti ai nerazzurri

di Alexander Ginestous, @AGinestous
intervista klinsmann

Il 6 settembre 1989 va in scena a San Siro Inter-Lecce, gara valida per la terza giornata del campionato di Serie A. I nerazzurri Campioni d’Italia di Giovani Trapattoni iniziano il campionato con quattro punti nelle prime due gare, mostrando di essere ancora in fase di rodaggio. La gara quel giorno parte bene per l’Inter, che attacca i pugliesi rendendosi pericolosa prima con Serena e poi con Berti.

Al 30° minuto del primo tempo però è il Lecce a trovare il vantaggio: angolo battuto da Juan Barbas e capocciata di Pedro Pasculli. Matthäus la salva sulla linea con una mano, ma la palla era già abbondantemente entrata. Passano tre minuti però e Klinsmann si inventa il pareggio liberandosi con una finta di due difensori e facendo partire un destro che si infila nel sette e non lascia scampo all’estremo difensore pugliese. La gara è accesa, tutte e due le squadre provano a sfondare da una parte e dall’altra senza per riuscirci. Al 27° del secondo tempo l’episodio che decide la partita. Torre aerea di Klismann per Serena che viene trattenuto in area da Marino. Per l’arbitro è calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Andi Brehme che non tradisce. Negli ultimi minuti il Lecce prova a spingere sull’acceleratore ma è tutto inutile. L’Inter vince con una rimonta dal sapore tutto tedesco, dando il via ad una stagione che al termine avrebbe decretato il terzo posto in classifica.

>>>Iscriviti al canale Youtube! Parla con noi ogni giorno in Diretta alle 19<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy