La storia si ripete: la befana e la Sampdoria portavano sfortuna a Conte già ai tempi della Juve

Nel 2013 la sconfitta era arrivata dai piedi di Mauro Icardi

di pietromagnani
Conte Inter

L’Inter ha festeggiato l’Epifania con una sfortunata sconfitta in casa della Sampdoria, complicando così la rincorsa alla vetta della classifica, specie se si considera che questa sera scenderanno in campo nello scontro diretto Milan e Juventus. Tuttavia non è la prima volta che la dea bendata, chiamata in causa nel post gara da Antonio Conte, volte le spalle al tecnico leccese il 6 gennaio.

Già nel 2012-2013 infatti, mentre allenava la Juventus e si avviava al secondo Scudetto consecutivo, Conte incappò nella Sampdoria a Marassi. Il match sembrava una formalità per lo schiacciasassi bianconero, che però si fece invece sorprendere da un giovane bomber doriano, in odore di passaggio all’Inter: Mauro Icardi. Quello che poi sarebbe diventato il capitano nerazzurro, prima del burrascoso addio, rimontò con una doppietta la rete di Giovinco, regalando così un giorno di gloria alla Samp e dando già all’epoca un motivo a Conte per odiare il giorno della befana.

Oggi, purtroppo, ci hanno invece pensato Candreva e Keita Balde, altri due ex dell’Inter, a mandare di traverso la calza al tecnico salentino e a tutti i tifosi nerazzurri.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy