Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Biasin: “Parole Lukaku? L’Inter non ha responsabilità. Zhang promosso, ha ripianato il club”

Il giornalista di fede nerazzurra poi spiega il suo punto di vista sul campionato

Antonio Siragusano

"Nell'intervento di quest'oggi sulle frequenze di Radio Sportiva, Fabrizio Biasin ha commentato il caso montato negli ultimi giorni in seguito alle ormai parole di Romelu Lukaku su Instagram in merito ad un'influenza molto strana che qualche mese fa avrebbe colpito 23 calciatori su 25 nello spogliatoio nerazzurro, citando il caso Skriniar uscito per difficoltà respiratorie nel match contro il Cagliari. Ma non solo di Inter, perché il giornalista nerazzurro ha poi espresso la sua opinione su quanto potrebbe succedere nel mondo del calcio una volta superata l'emergenza coronavirus.

"LUKAKU -"Se anche le sue parole fossero tutte vere, questo non significa che l'Inter abbia delle responsabilità".

"ZHANG -"L'Inter aveva una montagna di debiti e l'ha ripianata. La squadra era precaria e adesso si ritrova con giocatori di primissima fascia. Prima arrivava settima, adesso è stabilmente in zona Champions".

"FUTURO MERCATO -"Complicato ragionarne adesso. Il calcio? Nasce per giocare una partita a settimana, massimo 2. Giocarne 3 a settimana significa forzare di molto le cose ed è normale che ci si esponga a tanti interrogativi".

"CAMPIONATO -"Dovremo cercare di ridurre i tempi per salvare la stagione, diritti televisivi, ed avere vincitori e vinti. Bisogna provarci, ma dovremo avere anche un piano B nel caso ci fosse un nuovo stop. Se si interrompesse adesso, si avrebbe il tempo per organizzare al meglio la prossima stagione, ma è giusto fare un tentativo".

"ICARDI-JUVE - "La Juve ha provato a prenderlo più volte ma ha sempre trovato dall'altra parte un no perché Icardi sperava di continuare all'Inter. All'ultima ora del mercato scorso si è convinto ad andare a Parigi".

"TAGLIO INGAGGI - "I giocatori devono rinunciare a qualcosa, quello che non mi piace è vedere una sorta di arroganza e di piedistallo soprattutto in Serie A. Viviamo in un momento storico assurdo ed incredibile, altrimenti non siamo persone ma bestie".

"PORTE CHIUSE - "Juve-Inter è stata una bella partita ma in una situazione strana. Forse dovremo abituarci a questo genere di calcio. Sarà un non spettacolo. Inoltre, a causa delle tempistiche ridotte, bisogna capire se sarà possibile far vedere tutte le partite in TV".

"SERIE A -"Capisco De Laurentiis che voglia ricominciare perché gran parte dei suoi introiti derivano dal calcio ed è logico. Ma ricominciare per vincere o evitare di retrocedere mi pare illogico in questa situazione".

"BUNDESLIGA - "Il calcio ripartirà ovunque, prima o dopo, ma non si può imitare gli altri. Qui siamo in una zona diversa e non possiamo paragonarci con altri paesi".

"IBRAHIMOVIC -"Lo terrei sempre in un gruppo, perché al di la di quello che sa fare sul campo, è un giocatore di grande esperienza e sa cosa significa vincere. Il Milan purtroppo sembra non avere queste intenzioni".