Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

senza categoria

Serie A ferma e la ripartenza è lontana, ma il 30 giugno il bilancio va depositato

Nonostante lo stop della Serie A per l'emergenza, il bilancio delle società il 30 giugno va depositato, senza sapere a che punto si troverà il campionato

Martina Napolano

La Serie A è ferma, come tutto normale che sia a causa del lockdown per l'emergenza Coronavirus, e se ancora non si sa quale sarà il futuro della stagione 2019-20, quello che è certo è il bilancio che va stilato e depositato il 30 giugno, per ben 13 di 20 società di Serie A. Tra queste c'è anche l'Inter, mentre per le restanti 7 la data sarà il 31 dicembre, ma anche allora non si potrà sapere quale sarà la situazione.

Come riporta il Corriere dello Sport, il bilancio, solitamente, viene stilato ad un mese dalla fine della stagione precedente e ad un mese e mezzo dall'inizio di quella successiva, ma adesso, la data del 30 giugno potrebbe trovarsi nel mezzo di una stagione ancora in corso, la 2019-20, mentre la stagione 2020-21 potrebbe essere solo 2021.

I club utilizzano il mese di giugno per cedere e fare plusvalenze proprio per rientrare nel bilancio, ma con il campionato che potrebbe essere ancora in corso non potranno esserci cessioni. Il bilancio, nonostante le difficoltà, va comunque stilato e depositato il 30 giugno, perché la data non può slittare a causa delle licenze che serviranno sia per il campionato nazionale che per le coppe europee della stagione successiva. Tutto è ancora incerto, tranne la data: il fantasma del 30 giugno è vicino e non si sa ancora quale sarà la situazione in quel momento e come andrà risolta.

https://www.passioneinter.com/notizie-nerazzurre/non-sarebbe-durato/