Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Candreva ricorda l’Inter: “Tappa importante, custodisco tanti momenti. Nazionale? Mai dire mai”

Antonio Candreva, Getty Images

L'ex calciatore nerazzurro ha parlato del suo trasferimento alla Sampdoria

Raffaele Digirolamo

"L'ex calciatore dell'Inter Antonio Candreva si è ambientato benissimo alla Sampdoria, squadra con cui sta vivendo un ottimo avvio di campionato. Intervistato da Fanpage.it, ha parlato delle motivazioni che l'hanno spinto a scegliere la società blucerchiata:  "I fattori sono tanti, ma il principale è che il presidente Massimo Ferrero e la società mi volessero fortemente. Ho parlato con mister Claudio Ranieri e con Fabio Quagliarella, che è un amico: entrambi mi hanno spinto ad accettare. E grazie al grande lavoro del mio agente, Federico Pastorello, tutto è andato per il meglio e il trasferimento si è concretizzato".

 Antonio Candreva, Getty Images

"Candreva parla poi dell'essere riuscito a convincere molti scettici durante l'esperienza nerazzurra: "Passare dalla gloria alle critiche e viceversa fa parte della vita del calciatore. Il trucco è quello di lasciare i commenti e le polemiche fuori dalla testa, ma comunque essere in grado di fare autocritica e sfruttare i consigli di allenatore e staff, delle persone care che vivono al tuo fianco. A volte ci si mette tutto l'impegno del mondo e le cose non vanno, altre volte invece si ottengono i risultati con il minimo sforzo. Non so spiegare il perché, ma è così. Ripeto: l'Inter è stata una tappa importante della mia carriera e custodisco con piacere tanti ricordi indelebili".

"Sul possibile ritorno in Nazionale: "Mai dire mai. Le carriere dei giocatori si allungano sempre di più e abbiamo anche assistito alla chiamata di qualche azzurro non più giovanissimo. Mancini è un c.t. molto attento e aperto. Quindi sentirsi chiamato fuori sarebbe sbagliato. La Nazionale è il primo sogno che ogni bambino ha quando inizia a giocare a pallone, io sono orgoglioso di aver indossato la maglia azzurra e di aver potuto rappresentare in campo il mio Paese, quindi… mai dire mai".