Champions League, dal girone nerazzurro due delle semifinaliste del torneo: da rivalutare il cammino dell’Inter?

Tottenham e Liverpool completano il tabellone delle semifinali aggiungendosi a Barcellona e Ajax

di Andrea Ilari

È difficile che un torneo lungo e complicato come la Champions League possa non regalare sorprese lungo il proprio cammino. E quest’anno non ha fatto eccezione, basti guardare le 4 squadre che si sfideranno in semifinale con l’obiettivo di vincere l’ambita coppa dalle grandi orecchie. Se per quanto riguarda il passaggio del turno di Barcellona e Liverpool non si può ravvisare nulla che non rispecchi la reale forza delle 2 formazioni e che vada contro il normale andamento delle cose, discorso diverso può essere fatto per Tottenham e soprattutto Ajax.

Entrambe le squadre hanno infatti ribaltato gli iniziali favori del pronostico avendo la meglio la prima, al termine di una rocambolesca e spettacolare gara, sul Manchester City di Guardiola e la seconda sbancando l’Allianz ed eliminando la Juventus di Cristiano Ronaldo. Leggendo i nomi delle 4 squadre rimaste in lizza per la conquista del trofeo, balza agli occhi un aspetto curioso e sicuramente interessante: 3 di queste quattro formazioni hanno legato, in un modo o nell’altro, il loro nome a quello dell’Inter in questa stagione: Tottenham e Barcellona in quanto inserite nel girone dei nerazzurri, l’Ajax in quanto rivale diretta del Psv Eindhoven per la conquista del titolo in Olanda.

Non che questo possa bastare a guardare in modo totalmente positivo al cammino europeo dell’Inter, ma sicuramente il fatto che la squadra di Spalletti abbia dimostrato di essere all’altezza di alcune tra le compagini più forti d’Europa è da prendere fortemente in considerazione. Certo, il rovinoso pareggio interno contro la squadra olandese, che ha determinato l’esclusione dei nerazzurri dalla Champions, pesa nel bilancio stagionale, e anche molto. Rimanendo una macchia importante nel percorso di crescita degli uomini di Spalletti.

Non si può però non sottolineare come i nerazzurri se la siano giocata ad armi pari contro due formazioni ora semifinaliste nel torneo e abbiamo disputato un girone complicatissimo, che comprendeva anche il Psv. Si sottovaluta infatti il fatto che la squadra olandese poteva – può – essere considerata tutt’altro che una “cenerentola”. Per lunghi tratti della stagione ha infatti ricoperto la prima posizione in classifica del proprio campionato nazionale e sta contendendo a tutt’oggi il titolo al meraviglioso Ajax, che sta stupendo per il suo grande calcio e che ha eliminato nell’ordine i campioni uscenti del Real Madrid e la Juventus, battendoli entrambi lontano dalle mura amiche.

Il lavoro di Spalletti, dopo 8 anni di assenza dalle Coppe, non può essere naufragato totalmente sul terreno di gioco di S. Siro nell’infausta serata dell’ultima gara del girone contro del Psv, anche se è da quel momento che è iniziato un periodo veramente complicato, dal quale solamente nell’ultimo periodo i nerazzurri sembrano essere usciti.

GdS – Dalla Roma…alla Roma: la stagione di Icardi potrà svoltare sabato, una statistica nel mirino

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy